Approfondimento

In vista delle Maratone della seconda parte di stagione, una breve guida su come affrontare al meglio la tua preparazione

Se vi trovate in Italia e avete piazzato la vostra prima scommessa al casinò winsane, divertitevi a partecipare a una maratona. L'Italia ha una ricca tradizione di gare di corsa su lunghe distanze. Come ulteriore vantaggio, le maratone si tengono ogni anno in diverse parti del Paese (tranne durante l'estate, quando il Paese è caldo e le temperature raggiungono i 40 gradi).


La maratona non è una prova per pochi eletti. Chiunque può correre, l'importante è soddisfare una certa serie di azioni e atteggiamenti. In fondo, è la stessa adrenalina che si sprigiona quando si vince al casinò, moltiplicata per l'attività fisica del corpo.


Dove si svolgono le maratone in Italia?


  • Maratona di Roma: si svolge in autunno nel cuore dell'Italia. Il percorso comprende il Colosseo, la Cattedrale di San Pietro e altri luoghi simbolo della capitale. La partecipazione è soggetta a iscrizione aggiuntiva.
  • Maratona di Venezia: anch'essa si svolge in autunno (ottobre-novembre), il percorso comprende il Ponte di Rialto e Piazza San Marco.
  • Maratona di Firenze: il maratoneta passa davanti a tutti i luoghi più famosi di Firenze - Duomo, Ponte Vecchio, ecc.
  • Maratona di Verona: comprende i percorsi dell'Arena di Verona e del famoso balcone di Giulietta.


La maratona è un giorno speciale della città, con una propria atmosfera di festa sportiva. 

Tenete conto che in questo giorno il centro città potrebbe essere chiuso alle auto.


Avete quindi scommesso e deciso di correre la maratona. Cosa dovete fare e come prepararvi? La prima condizione: diamo consigli a chi vuole rompere una certa barriera di incredulità nelle proprie forze. Tutto è possibile. Correre una maratona e ottenere il jackpot. Serve solo una cosa: il desiderio.


Scegliere un obiettivo


La maratona è un evento di massa. Le condizioni di iscrizione devono essere stabilite con almeno un anno di anticipo. È un tempo sufficiente per prepararsi fisicamente e mentalmente. Ecco le principali condizioni per l'iscrizione (abbiamo riassunto queste informazioni da tutte le più importanti maratone italiane):


  • Maggiore età - non esistono gare giovanili, sono illegali.
  • Non è richiesta l'assicurazione (in Italia è costosa per gli stranieri), ma la firma di una dichiarazione di responsabilità personale. Il documento determina quanto si è consapevoli della propria preparazione personale a correre.
  • È obbligatorio avere un'iscrizione personale o un certificato di appartenenza a una società sportiva - per escludere i corridori non preparati.
  • Chi risiede in Italia (cittadino o straniero) deve avere la Run Card


Alcune maratone prevedono una piccola quota di partecipazione.


Definizione delle priorità e pianificazione


La base di ogni azione di successo (compresi i giochi di strategia vincenti) è un piano preciso. Come prevedere tutti i dettagli importanti e portare a termine il compito? Ecco alcuni consigli di Renato Canova, noto allenatore italiano di lunghe distanze:


  • Se riuscite a correre a una velocità media di 8-10 km/h per una distanza di 15-20 chilometri - siete corridori esperti e 4 mesi saranno sufficienti per prepararvi.
  • Se non avete alcuna esperienza, ma la vostra condizione fisica è di alto livello, il periodo di allenamento può durare 8-10 mesi (a condizione che abbiate fatto almeno un po' di jogging).


Tipo di allenamento


Preparate un piano di allenamento basato sui seguenti criteri: alternate allenamenti su brevi e lunghe distanze. In questo modo sarà più facile per il corpo recuperare e non essere sovraccaricato. L'ideale sarebbe correre su lunghe distanze (non più di 12 chilometri) tre volte alla settimana e non più di 5 chilometri due volte alla settimana. Aumentate l'attività fisica del 10% ogni mese. Calcolate la vostra forza in modo tale da essere in grado, dopo 8 mesi, di raggiungere il tempo medio di una maratona. Questi dati sono aperti e potrete calcolare esattamente il tempo in cui potrete correre.


Per le distanze brevi, si consiglia di utilizzare il metodo a intervalli. L'essenza di questo metodo è la seguente: aumentare la corsa al massimo per 5 minuti, seguiti da 2 minuti di riposo. Durante 30 minuti di esercizio, il corpo riceve un eccellente allenamento di resistenza.


Luciano Guillotti consiglia di scegliere il tipo di carico a tempo. La sua essenza consiste nel fatto che a metà della fase di allenamento si corre rigorosamente a un ritmo prestabilito senza intervalli. In questo modo, l'organismo prenderà più velocemente il ritmo del carico e si abituerà a correre su lunghe distanze.


Alimentazione


Tenete conto dell'apporto calorico. L'apporto giornaliero dovrebbe essere di 3-4 mila kcal. Non abusate dei carboidrati veloci: rifiutate completamente i farinacei e i dolci. La combinazione ideale è costituita da carboidrati, proteine (per il recupero muscolare) e grassi per l'energia corporea.


Una condizione speciale è la regola dell'idratazione. Bere acqua finché il corpo lo richiede. Evitate la regola dei due litri. Si dovrebbe bere tanta acqua quanta ne richiede il corpo.


Scelta delle scarpe

Qualsiasi scarpa leggera di produttori rinomati va bene. Tenete conto dell'ammortizzazione del piede. La corsa su terreni accidentati e sull'asfalto richiede diversi tipi di scarpe da corsa.


Il giorno della maratona - alimentazione

Il giorno prima dell'inizio della maratona, si raccomanda di saturare il corpo di calorie. Questi possono essere solo alimenti ricchi di carboidrati. Prima della partenza, fare un leggero riscaldamento: una breve corsetta (10 minuti) e stretching.


Il giorno della partenza, correre a un ritmo confortevole. Niente accelerazioni. Fate tutto come avete fatto in allenamento e come avete corso ripetutamente le distanze. In questo modo si riduce il rischio di infortuni e si ottiene un arrivo prevedibile al traguardo in un tempo prestabilito. Seguendo queste semplici regole, potrete preparare il vostro corpo non solo fisicamente, ma anche mentalmente.