Maratona di New York

Lelisa Desisa e Mary Keitany sono i vincitori della 48ma edizione della New York City Marathon

Lesisa Desisa e Mary Keitany sono i vincitori della 48ma edizione della New York City Marathon: gara maschile incerta fino alle ultime battute con l'argento dei Mondiali 2013 capace di staccare sul finale il campione uscente Geoffrey Kamworor ed il rientrante Shura Kitata tagliando il tragaurdo dopo 2h05'59". Gara femminile che ha invece registrato la quarta affermazione nella Grande Mela della Keitany, capace di correre i secondi 21.097km su ritmi fantascientifici e chiudere in 2h22'48" (secondo crono di sempre in questa gara).
 
Maratona che aveva preso il via sotto il sole ed una temperatura abbastanza fredda, intorno agli 8°, con le donne che se la prendono molto comoda nelle prime fasi correndo su ritmi ampiamente sopra i 3'40" al chilometro e passando ai 10km in 37'05".
 

LEGGI ANCHE: LO SPECIALE MARATONA DI NEW YORK 2018

LEGGI ANCHE: ISCRIVITI AI I NOSTRI SERVIZI GRATUITI SU WHATSAPP O NEWSLETTER

Il gruppo, formato da Gudeta, Tisa, Flanagan, Cheruiyot, Kitany, Huddle, Daska, e Linden, rimane compatto fino a metà gara quando il cronometro si ferma sull'1h15'49", poi la svolta: le africane mettono alla corda le atlete di casa con Mary Keitany che incrementa notevolmente il ritmo fino a rimanere da sola al comando al 30mo chilometro (1h43'42").
 
Gara praticamente chiusa con la primatista africana di Maratona che correrà in solitaria fino al traguardo di Central Park. 2h22'48" il crono della 36enne che vince per la quarta volta a New York, dopo i successi del 2014, 2015 e 2016, correndo la seconda metà in un crono di circa 1h07'! Lontanissime le altre con il podio che sarà completato da Vivian Cheruiyot (2h26'02") e dall'ottima Shalane Flanagan (2h26'22"), autrice di un'ottima ultima parte di gara. Top 6 completata da Huddle (2h26'44"), Tusa (2h27'13") e Linden (2h27'51").
 
Maratona ad eliminazione anche al maschile con il gruppone di testa che transita ai 10km in 30'48" per poi perdere pezzi lungo il tragitto. Alla Mezza, passaggio in 1h03'55", rimangono in 5: Kitana, Desisa, Tola, Kamworor e Talam con Daniel Wanjiru, vincitore lo scorso anno a Londra, primo nome "caldo" a staccarsi.
 
Non succede praticamente niente fino al chilometro 32 quando Festus Talam, il meno accreditato dei battistrada, alza bandiera bianca; 3km più tardi è a sorpresa Tamirat Tola a staccarsi. 
Dopo il rifornimento del 35mo chilometro brusca accelerazione del campione uscente Geoffrey Kamworor che prova a mettere alla frusta Kitata e Desisa, gli etiopi provano a resistere ma il ritmo imposto dal keniano è infernale e Kitata è costretto ad arrendersi poco dopo.
 
Desisa non demorde e rimane attaccato ai talloni di Kamworor fino a Central Park. A sorpresa è però l'etiope a passare al comando a poco più di 1km dal traguardo con il campione uscente incapace di reagire: Kamworor (2h06'26") crolla e sarà addirittura ripreso da Kitata (2h06'01") che negli ultimi metri proverà a beffare il connazionale.
 
Seguono nelle posizioni di testa Tola (2h08'30") e Wanjiru (2h10'21"). Sesto e primo non africano è lo statunitense Jared Ward (2h12'24").

04/11/2018
Calendario 2019
Il Calendario di MarathonWorld.it
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it