Latemar Mountain Race

Felicetti e Dragomir eroi alla Latemar Mountain Race. Il circuito La Sportiva va a Bacchion e alla rumena

Un battesimo da tregenda per la rinnovata Latemar Mountain Race della Val di Fiemme, con condizioni meteo avverse che non hanno però intimorito gli oltre 200 concorrenti che si sono presentati al via di Pampeago per l’ultimo atto del circuito «La Sportiva Mountain Running Cup 2019», sfidando pioggia, neve e il primo freddo invernale.
Tutti eroi di giornata su un percorso ulteriormente ridotto dagli organizzatori dell’Us Cornacci poco prima del via ad una distanza complessiva di 16 km con 900 metri di dislivello e con sviluppo all’interno dell’area dello Ski Center Latemar, ma in particolare i vincitori Daniele Felicetti del Team Dynafit  e Denisa Dragomir del Team Serim.
Il predazzano ha costruito il suo primo successo nella gara di casa sul tratto in discesa, che da Passo Feudo portava al traguardo di Pampeago, chiudendo con un tempo di 1h20’03”, riuscendo a precedere il varesino del team Tornado Gabriele Bacchion di soli 11 secondi, ugualmente raggiante perché con i punti conquistati si è aggiudicato la generale del circuito «La Sportiva Mountain Running Cup 2019», mentre il terzo gradino del podio è ancora fiemmese grazie al figlio d’arte (la mamma è l’olimpionica di sci di fondo Bice Vanzetta) Francesco Mich giunto dopo 1’18” alla sua prima skyrace. Seguono in classifica il trentino di Vigolo Vattaro Andrea Debiasi del Team Crazy, il ronconese del team La Sportiva Patrick Facchini, il lecchese della società Premana Erik Gianola e Daniele Andreis del Team La Sportiva.


In campo femminile la fresca campionessa europea di skyrunning Denisa Dragomir ha coronato un fine settimana fantastico, mettendosi al collo un altro alloro a 24 ore di distanza. La portacolori del Team Serim ha infatti vinto sia la Latemar Mountain Race con il tempo di 1h37’02”, sia la generale del circuito «La Sportiva Mountain Running Cup 2019», scippando lo scettro alla leader provvisoria Paola Gelpi giunta sul traguardo con un ritardo di 40 secondi, davanti all’altoatesina di Sarentino Annelise Felderer a sua volta a soli 2 secondi dalla Gelpi. Podio di gara che è dunque risultato identico anche per la classifica finale del circuito dell’azienda di Ziano di Fiemme.
Tracciato di gara dunque ridotto a causa della neve in quota con eliminazione dei passaggi sul Monte Cornon, Monte Agnello e al rifugio Torri di Pisa. Tre gli atleti che sin alla prima ascesa hanno fatto l’andatura staccando gli avversari, ovvero il leader del circuito Gabriele Bacchion, tallonato dai due fiemmesi Daniele Felicetti e Francesco Mich. Al passaggio nei pressi del rifugio Agnello il terzetto è transitato compatto, mentre ad un minuto è passata la coppia formata da Andrea Debiasi e Patrick Facchini. La sfida al maschile si è decisa nei pressi del rifugio Passo Feudo, quando Felicetti con l’inizio della discesa si è sganciato dai compagni, lanciandosi verso il traguardo di Pampeago dove è giunto in solitaria e a braccia alzate.

A sua volta anche Bacchion è riuscito ad avvantaggiarsi rispetto a Mich. Il distacco fra i primi tre classificati è risultato racchiuso in soli 18 secondi.

Un terzetto ha dominato anche la prima parte della gara femminile con Denisa Dragomir, marcata stretta da Paola Gelpi e Annelise Felderer, visto che tutte e tre lottavano pure per la generale del circuito. Al Rifugio Monte Agnello la rumena è passata con una decina di secondi di vantaggio sulle rivali. Divario che è poi aumentato nella seconda parte della competizione, con la Dragomir trionfatrice, mentre la Gelpi pur non essendo una specialista delle discese si è lanciata senza remore nel tratto conclusivo della gara precedendo di soli 2 secondi l’altoatesina di Sarentino. Quarto posto per Giulia Marchesoni dell’Atletica Clarina ad oltre 4 minuti dal podio, quindi Daniela Rota del Team La Sportiva e la compagna di squadra Arianna Oregioni. Nelle classifiche di categoria Martina Bilora del Gefo K-Team si è imposta nella under 23 davanti ad Anna Santini, Fulvia Seber nella over 50 su Loretta Fistarol, Daniele Felicetti su Simone Costa nella under 23 maschile, quindi Fabio Varesco su Paolo Degiampietro fra gli over 50.
Nella classifica generale de La Sportiva Mountain Running Cup, che ha tenuto conto dei tre migliori risultati sulle cinque prove in programma, ha trionfato Gabriele Bacchion con 348 punti, davanti a Daniel Antonioli con 316, Mattia Gianola con 256, Dennis Bosiri Kiyaka con 208 ed Erik Gianola con 198. Al femminile il pettorale di leader 2019 lo indossa Denisa Dragomir con 308 punti, davanti a Paola Gelpi con 304 e Annelise Felderer con 296. Quarta Daniela Rota con 254, quinta Giulia Marchesoni con 196.
Nei prossimi giorni è previsto uno speciale di 30 minuti con le fasi salienti della gara su Rai Sport Hd, con data e orario da confermare.


08/09/2019
Parma Marathon
Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it