Maratona di Latina

Maratona di Latina, il 2 dicembre l’appuntamento 2018: ventunesima edizione per il terzo anno consecutivo nel capoluogo

Domenica 2 dicembre torna la Maratona di Latina, per quella che sarà la sua ventunesima edizione in terra pontina. L’evento organizzato dall’UISP Comitato Territoriale di Latina si disputerà per il terzo anno consecutivo nel capoluogo, dopo gli otto a Sabaudia. «Con oltre due decenni di storia alle spalle – sottolinea il presidente dell’UISP territoriale, Domenico Lattanzi – la Maratona rappresenta ormai uno dei tradizionali appuntamenti sulla distanza in Italia. In tutta la Penisola si corrono oltre 50 maratone, e quella di Latina si pone stabilmente da anni nella prima metà della classifica per numero di arrivati. L’obiettivo è quello di consolidare il risultato, con la prospettiva di scalare la graduatoria».

Già lo scorso anno, la Maratona di Latina ha riconquistato il primato tra le 42 chilometri del centrosud, esclusa Roma, anche grazie alla tradizionale collocazione della prima domenica di dicembre, dopo essere stata disputata in concomitanza con il natale della città in occasione del suo ritorno a Latina nel 2016. «Il grande impegno delle Forze dell’Ordine coordinate dalla Questura di Latina, della Protezione Civile e del comitato organizzatore – aggiunge Lattanzi - garantirà ai numerosi podisti provenienti da tutta Italia i migliori standard qualitativi e di sicurezza, che si accompagneranno al fascino di un percorso unico tra dune, lago, mare e macchia mediterranea».

L’ambiente naturale che fa da cornice alla gara è fondamentale per raggiungere uno degli obiettivi che la Maratona di Latina si pone, ossia la promozione del territorio anche in ottica turistica. Perché l’evento centri questo obiettivo è necessaria la collaborazione di tutti i cittadini. «Il comitato organizzatore – ricorda il direttore della maratona Tommaso Dorati – lavora gratuitamente per mettere a disposizione della città un evento in grado di farla conoscere, valorizzarne le potenzialità turistiche e contribuire a destagionalizzarne l’economia. Abbiamo articolato il percorso per incidere il meno possibile sulla cittadinanza e sulle attività commerciali, rinunciando ad arrivare a Borgo Sabotino per evitare disagi, così come nel centro città abbiamo studiato passaggi in grado di consentire una viabilità alternativa. Si tratta comunque di un percorso di 42 chilometri che non potrà prescindere da zone come la Marina e il centro cittadino, e per questo chiediamo sin d’ora la più ampia collaborazione dei cittadini e dei mezzi d’informazione, affinché si conoscano il tracciato, le strade interdette al traffico e la viabilità alternativa».

La manifestazione partirà alle 9,30 da Piazza San Marco e, passando da Via Casilina, raggiungerà il lungomare solo nei due chilometri, dal 17° al 19° tra il villaggio giornalisti e Capoportiere. Successivamente si svilupperà verso Borgo Grappa, per rientrare a Latina nella zona della Lottizzazione Cucchiarelli e tornare al punto di partenza transitando su via Isonzo e corso della Repubblica. Sul sito www.maratonadilatina.it è consultabile l’intero percorso, con l’indicazione di tutte le strade chiuse.

«Il lavoro del comitato organizzatore – concludono Lattanzi e Dorati - è ripagato esclusivamente dal fatto che Latina possa essere orgogliosa di un evento sportivo in grado di rappresentarla positivamente in tutto il Paese, e ci auguriamo che questo obiettivo sia condiviso da tutti i nostri concittadini, che speriamo contribuiscano a diffondere le informazioni sull’evento e, perché no, si ritrovino il 2 dicembre a bordo strada per applaudire gli atleti: molto spesso, per i maratoneti, l’incitamento è il miglior carburante per superare la fatica e portare a termine la loro impresa».


20/11/2018
BoClassic 2019
Terni Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it