Meeting di Bolzano

Stabiliti 7 nuovi record al Meeting Città di Bolzano Alto Adige: ecco tutti i risultati della riunione del 3 giugno

Foto di Sportissimus


Al 5° Meeting di atletica leggera Città di Bolzano Alto Adige, prima tappa dello Speed King & Queen Trentino Alto Adige, sabato sono stati battuti ben 7 precedenti record dell’evento: da Giulia Fongaro (100 m), Elena Marini (100 hs), Pamela Croce (salto in alto) e Adele Toniutto (giavellotto) in campo femminile; da Lorenzo Ianes (100 m), Giacomo Zampese (110 hs) e Destiny Nkeonye (salto in lungo) in campo maschile.


Alla manifestazione organizzata dall’ASD Läufer Club Bozen Raiffeisen e dall’Athletic Club 96 Alperia ha brillato la 24enne Pamela Croce (U.S. Quercia), protagonista assoluta della gara di salto in alto, che ha stabilito il nuovo record della manifestazione saltando 1,79 metri, 9 centimetri in più del precedente primato dell’evento. Anche la giavellottista Adele Toniutto (A.S.D. Team Treviso) ha disputato una gara eccellente e, vincendo, ha migliorato il record precedente portandolo a 50,42 m. Altri due record in campo femminile sono arrivati dalle velociste.


Nella finale dei 100 metri piani Giulia Fongaro dell’Atletica Vicentina non ha avuto rivali e si è imposta con un tempo di 11”65, con circa mezzo secondo di vantaggio sulle prime avversarie Nancy Demattè e Arianna Bacelle. Anche Elena Marini nei 100 metri ostacoli si è imposta in modo netto sulle avversarie e ha migliorato significativamente il record precedente (13”70). In campo femminile si sono distinte altre due atlete altoatesine, Petra Nardelli nei 400 metri e Lara Vorhauser negli 800 metri. Anita Nalesso (Trevisatletica) e Carol Zangobbo (Assindustria Sport) si sono imposte, rispettivamente, nel getto del peso e nel salto in lungo.



Tre record in campo maschile


In campo maschile al Meeting Città di Bolzano Alto Adige maschili si si sono distinti in particolare tre partecipanti di cui due giocavano in casa, essendo atleti dell’Athletic Club 96 Alperia: nel salto in lungo si è imposto Destiny Nkeonye che ha sbaragliato la concorrenza con un salto di 7,44 metri. Anche il trentino Lorenzo Ianes ha stabilito un nuovo primato dell’evento correndo i 100 metri piani in 10 secondi e 36 centesimi. Il terzo record è arrivato dalla gara sui 110 metri ostacoli, dove Giacomo Zampese della società veneziana ASD Atletica Biotekna ha tagliato il traguardo in soli 15”07 e ha abbassato il precedente record di 38 centesimi.


Nelle restanti gare della categoria maschile Assoluti si sono imposti Mattia Pivetta (400 m), Filippo Bisetto (800 m), Mattia Meneghini (salto in alto) Hubert Göller (lancio del giavellotto) e Giacomo Bona (getto del peso). Va ricordato, inoltre, che i risultati ottenuti dagli atleti e dalle atlete nelle gare di velocità e ostacoli sono stati preziosi anche ai fini della classifica generale del circuito Speed King & Queen Trentino Alto Adige.


Soddisfatti atleti e organizzatori


Dopo la prima tappa a Bolzano il circuito Speed King & Queen Trentino Alto Adige si sposterà in Trentino, prima a Pergine (17 giugno, 1° Meeting Pergine) e poi ad Arco (1° luglio, Queenatletica Arco Games 2.0). All’evento organizzato dalle due società bolzanine hanno preso parte diversi atleti regionali e non solo. Oltre alle competizioni della categoria Assoluti, sono state organizzate tre gare per le atlete e altrettante per gli atleti della categoria Cadetti.


Con tutti loro e con gli atleti della categoria Assoluti si sono complimentati gli organizzatori, che al termine della serata hanno tratto un bilancio molto positivo. “Quest’edizione del nostro meeting, la prima nel circuito Speed King & Queen Trentino Alto Adige, è andata molto bene, ha registrato una grande partecipazione e ottime prestazioni da parte degli atleti in gara. Ringraziamo i nostri partner e sponsor per il loro prezioso sostegno. Per quanto riguarda la prossima edizione, sarebbe bello allargarla ulteriormente, magari estendendola all’Euregio", hanno dichiarato gli organizzatori al termine dell’evento.