Campionati Europei

Brillano i 200isti nella mattinata di Berlino 2018, malissimo lanciatori e saltatori: il racconto delle gare

Sei azzurri passano il turno nella mattina della terza giornata ai Campionati Europei di Berlino. Nei 1500 metri il 25enne livornese Joao Bussotti va in finale con 3:40.87, quinto tempo complessivo, grazie a un ultimo rettilineo arrembante e invece Mohad Abdikadar è il primo degli esclusi con 3:41.09 per questione di millesimi (la squadra italiana ha presentato un ricorso per chiarire le motivazioni). Sui 200 i tre sprinter azzurri si qualificano per le semifinali di stasera (dalle ore 20.15).

LEGGI ANCHE: LO SPECIALE BERLINO 2018

Il leader del primo turno è Fausto Desalu che sigla il miglior tempo complessivo con 20.39 (+0.2), una prestazione che costituisce il secondo crono della carriera per il 24enne cremonese, senza spingere nelle ultime falcate. Si mette in mostra anche un Andrew Howe sulla via del ritorno: il primatista italiano del lungo, con l’abito da velocista che si è cucito in questa stagione, debutta con il quarto tempo del riepilogo generale e il secondo posto della sua batteria in 20.60 (+0.1), poi strappa l’applauso di tutto lo stadio nell’intervista con lo speaker di campo che ricordava i suoi infortuni e la sua determinazione nel non arrendersi, mentre in sottofondo scorreva “Azzurro” di Adriano Celentano. Fotografia di quanto continui a suscitare simpatia nel mondo dell’atletica. Avanti anche Davide Manenti che ottiene il pass per la semifinale con il terzo posto (20.70/-0.1).

Al femminile ottima impressione di Maria Benedicta Chigbolu, vincente nella propria batteria dei 400 metri in 51.76 a soli nove centesimi dal record personale, per raggiungere nel turno intermedio la bicampionessa europea Libania Grenot, qualificata di diritto. Nei 100 ostacoli va in semifinale la 23enne Luminosa Bogliolo con 13.21 (vento nullo), eliminata invece Elisa Di Lazzaro (13.42/-0.1). Nella seconda giornata del decathlon Simone Cairoli continua a lottare. E per qualche minuto, completata la sesta prova, si spinge anche a un fantastico quarto posto a 16 punti dal podio in forza del 14.66 (+0.1) che eguaglia lo stagionale nei 110hs. È però il disco che fa perdere terreno al 28enne lombardo, scivolato in tredicesima posizione dopo il 35,30 in una delle specialità meno amiche. Eliminati il giavellottista Roberto Bertolini (71,94) e le tripliste Ottavia Cestonaro e Dariya Derkach con tre nulli a testa.

 
Da comunicato FIDAL

 


08/08/2018
Maratonina Gorizia 2018


Il Calendario di MarathonWorld.it
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it
Immagine MarathonWorld.it