Cortina Sky Race

Nella Sky Race Gabriele Bacchion batte record e caldo! Vittoria del lombardo del Team Tornado dopo una gara in rimonta

Inizia con un record il lungo fine settimana de La Sportiva Lavaredo Ultra Trail. l'evento che a Cortina d'Ampezzo (Belluno) ha richiamato complessivamente nella Regina delle Dolomiti 5 mila runners, provenienti da 65 paesi. È il record fatto registrare, giovedì 27 giugno, nel primo degli eventi in programma, la Cortina Sky Race, gara di 20 chilometri e mille metri di dislivello. Oltre 300 gli atleti impegnati. Il via alle 17, nel centralissimo Corso Italia, con oltre 30 gradi di caldo.

Parte fortissimo il giovane spagnolo di Granada, portacolori del Team LaSpo, Nicolas Molina Augustin che a Forcella Zumèlles, 2000 metri di altitudine (“tetto” della gara) transita con un vantaggio di una quarantina di secondi sul varesino del Team Tornado Gabriele Bacchion. Quest'ultimo fa una discesa a tutta e a cinque chilometri dal traguardo raggiunge l'iberico. I due fanno gara parallela fino a quando Bacchion spinge ulteriormente sull'acceleratore per arrivare a presentarsi tutto solo a ricevere l'applauso del pubblico di Corso Italia. Braccia al cielo per il ragazzo del Team Tornado che festeggia sia per la vittoria sia per aver realizzato il nuovo record della manifestazione: 1h35'59”. Il record precedente apparteneva al bellunese Eddj Nani che nel 2017 aveva fermato il cronometro sul tempo di 1h37'22”.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY

A completare il podio della Cortina Sky Race 2019 lo spagnolo Molina Augustin, secondo con un distacco di 56”, e il romeno Nicolae Balan (vincitore lo scorso anno) terzo con oltre 6' di ritardo. A completare la top five Alessio Camilli e lo spagnolo Dailos Garcia Pombrol.
A livello femminile, monologo per la spagnola dei Paesi Baschi Irati Zubizzareta che se n'è andata tutta solo dopo tre chilometri e conquistato la vittoria con il tempo di 2h08'30”. Ampio il distacco rifilato alla seconda, la polacca Katarzyna Wilk, al traguardo con quasi 3' di ritardo. A completare il podio un'altra spagnola, Laia Gonfaus Sellès, terza con oltre 4' di ritardo.


«Molina Augustin mi ha dato un gran filo da torcere in salita ma sono riuscito a rientrare in discesa, che è il mio terreno preferito, e portarmi a casa un bella vittoria, in una gara fantastica» commenta il ragazzo di Cassano Magnago. «Il record? Non pensavo di riuscire a fare un gran tempo visto il … gran caldo. Invece ce l'ho fatta. Bene così».


«Non mi aspettavo questa vittoria» dice la vincitrice della gara in rosa, Irati Zubizzareta. «Sono andata via da sola dopo tre chilometri, con un bel vantaggio. Ho poi sofferto in discesa, per un problema allo stomaco, ma sono riuscita a resistere. Una vittoria a sorpresa ma naturalmente bellissima».
Domani, venerdì 28 giugno, la seconda giornata de La Sportiva Lavaredo Ultra Trail: alle 9 il via della Cortina Trail, 48 chilometri e 2.600 metri di dislivello (1800 i concorrenti al via); alle 10.30 la Cortina Kids Race; alle 23 la gara “regina”, la Lavaredo Ultra Trail, 120 chilometri di sviluppo e 5800 metri di dislivello positivo. Anche in questo caso i partenti saranno 1800. 


28/06/2019
Parma Marathon
Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it