Pistoia-Abetone

Tutto quello che c'è da sapere sulla 44ma edizione della Pistoia-Abetone in programma domenica 30 giugno

La 44^ PISTOIA-ABETONE di Domenica 30 Giugno 2019 veleggia verso il record di iscritti (1843 – anno 2015) e già sono chiuse per esaurimento pettorali disponibili le iscrizioni a tutti i traguardi della gara, con l’eccezione del “Free Walking” (camminata libera San Marcello Pistoiese-Abetone di 20 chilometri, in cui sono ancora disponibili una settantina di pettorali – Le adesioni per quest’ultimo traguardo chiuderanno Venerdì 28 Giugno alle ore 12.

Gli iscritti

Gli iscritti totali al momento sono 1825 (950 per la 50 chilometri traguardo Abetone, record assoluto della corsa, di cui 173 donne e 285 per la 30 chilometri con traguardo San Marcello, fra cui 56 donne). Si attende ancora la conferma finale di alcune iscrizioni “prenotate”. Sono 160, per ora, gli iscritti per la prova di Fitwalking (camminata veloce) da San Marcello all’Abetone (km.20), un vero successo nelle ultime edizioni. Altri 10 nella staffetta del Gs Campiglio (in ricordo del proprio atleta Fiorello Maestripieri). Sono invece 400 i partecipanti al 4° traguardo (Le Regine-Abetone) e 20 alla Traversata Notturna da Portafranca ad Abetone.

Sono presenti atleti di tutte le Regioni italiane e sono 25 le nazioni ad oggi rappresentate per un totale di 50 atleti stranieri (Italia, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Polonia, Romania, San Marino, Croazia, Slovenia, Moldavia, Finlandia, Svezia, Argentina, Albania, Marocco, Stati Uniti, Repubblica Dominicana, Perù, Venezuela, Filippine, Giappone, Australia, Iran e Sri Lanka).

Chiusura Iscrizioni

Come detto, le iscrizioni per tutti i traguardi sono chiuse, con l’esclusione del Free Walking San Marcello-Abetone, che chiuderà il 28 Giugno.

Ecco, ad oggi, i migliori specialisti in gara (al netto di alcune partecipazioni in via di conferma):

In campo maschile debutta alla Pistoia-Abetone il mantovano di Castiglione delle Stiviere MARCO MENEGARDI, trionfatore nell’ultima 100 km. del Passatore (Firenze-Faenza). Per l’atleta lombardo vittorie probanti al Pastrengo Trail (2014), Tartufo Trail Running (2015), Ultratrail Soave-Bolca (2016), Ultrabericus Trail (2017) e 2^ piazza alla 100 chilometri di Seregno 2018.

Dopo il 3° assoluto del 2017, si ripropone il croato ROBERT RADOJKOVIC, atleta dal curriculum di grande spessore. Tre successi (2014, 2015, 2017) e due secondi posti (2012, 2019) nella classica Zagreb-Cazma, gradino più alto del podio anche alla 100 chilometri di Zagabria 2014, a quella di Asolo 2016 ed alla Celje-Logarska Dolina 2017

Il ligure LORENZO TRINCHERI (7° all’Abetone nel 1998, nel 2002 e nel 2018, 8° nel 2003) si è imposto per ben tre volte (2009, 2011, 2014) nella leggendaria Subida Veleta a Granada (Spagna), più vanta tre affermazioni alla Balcon de Belledonne, alla 50 chilometri di Grasse ( entrambe in Francia), alla 50 di Sanremo 2005 ed all’Ultra K Marathon 2016 di Salsomaggiore Terme (Parma). Per lui anche un 6° posto alla celeberrima gara nel deserto “Marathon des Sables” (2009).

Il marocchino MOHAMED HAJJI vanta 4 vittorie consecutive nella 50 chilometri di Romagna (dal 2012 al 2015), più tre terzi posti nella stessa corsa. Fu 2° all’Abetone nel 2013 ed ha vinto molte maratone italiane, tra esse Terni (2012, 2017, 2019), Adriatico 2013, Lamone (Russi-RA) 2014 e 2016, Lucca 2015, Lecce 2016, Carrara 2017, Cagliari e Mugello 2018.

Da palati fini il ritorno del bresciano MARCO FERRARI, 5° alle Piramidi (anno 2015); nel suo curriculum prime piazze alla Maratona di Brescia (2015), alla 6 Ore dell’Alto Adige (2017, 2018), alla 60 chilometri di Seregno ed alla Maratona di Crevalcore 2018, più un 2° posto al Passatore 2016.

Il giramondo triestino ENRICO MAGGIOLA vanta nel proprio prestigioso palmarès vittorie all’Ultramaratona cinese di Taipei (2016), alla 100 chilometri veneta di Asolo, alla 12 ore danese Asta Maries, alla veronese Lupatotissima 6 0re, alla 100 chilometri delle Alpi, alla Cento siciliana della Val di Noto, alla 12 ore catalana di Barcellona ( tutte nel 2017) e, nel 2018, la 24 ore di Las Palmas (Isole Canarie) e la 12 ore di Franciacorta (successo ripetuto quest’anno), aggiunte a trionfi 2018 nella 6 ore Wiltz (Lussemburgo), nella Ultra Bodenseelauf (Germania) ed all’ungherese Kerinthosz 160. Da segnalare quest’anno il 2° posto sui 221 chilometri della magiara UltraBalaton..

Il veneto NICOLA ZUCCARELLO fu 8° nel 2014 e si è imposto nella 6 Ore di Teodorico e nell’Ultramaratona del Tricolore (2014), nella 6 Ore di Monselice 2017) ed alla 6 ore romagnola Ippociok (2018, 2019).

Il ligure GRAZIANO TAMAI è stato due volte 8° (2007, 2011) al Passatore ed interessante è l’arrivo dell’abruzzese MAURIZIO DI PAOLO, vincitore della 6 ore dei Templari e di quella dell’Adriatico (2017), della Supermarathon 8 ore e della 6 ore di San Giuseppe (2019), con in più un ottavo posto al Passatore 2017. Il romagnolo ALESSANDRO BENERECETTI è giunto 2° quest’anno nella Maratona della Pace sul Lamone (Russi-Ravenna).

Dell’ultimo minuto l’iscrizione del torinese GIORGIO ROVEI, 8° al Passatore 2019 (10° nel 2016), 7° alla quotata 100 km.Lauf Biel (Svizzera) 2018 e 4°, quest’anno, al Chianti Ultra Trail.

I toscani puntano alla top ten e si affidano in primis al livornese MARCO LOMBARDI , che si è imposto tre volte nella 6 Ore del Donatore a Foiano della Chiana, nella Lupatotissima 6 ore 2014, nella 100 chilometri di Asolo 2013, dove ha vinto anche la 50 chilometri nel 2015. Nel 2016 ha vinto anche le 6 ore di Capo d’Orlando, Curinga, Barletta (quest’ultima due volte, anche 2015), nel 2017 le 6 Ore dei Conti e di Teodorico, mentre all’Abetone colse il 6° posto finale nel 2016 ed il 10° del 2018. Da menzionare la vittoria a Doha (Qatar) alla Aspire Open Race 2014 ed i piazzamenti nell’inglese Canalathon 100 (Sowery Bridge, 2019 - 2°) e nella Los Alcazares Open 2016 (Spagna - 3°). Domenica ha vinto la 42 km. all’Urban Trail di Casciana Terme (Pisa).

Solidi l’aretino ROBERTO FANI (10° all’Abetone nel 2013, 9° nel 2016 e l’anno scorso, 1° nella Maratona dell’Elba 2016, 2° all’Artimino Ultramarathon 2018 e 2019, 5° alla Terre di Siena 2018 e 3^ alla Ultra del Granduca Leopoldo 2019), FEDERICO BADIANI (10° nel 2017, trionfatore alla Mezza Maratona di Montecatini Terme 2018, più un 7° assoluto nella Terre di Siena dello scorso Febbraio e nell’Urban Trail delle Acque a Casciana Terme, traguardo 21 chilometri) e GIONATA TESI (8^ all’Abetone 2016), 3° all’Elba 2017, 3° alla Terre di Siena 2018 e 5° nel 2019. EDIMARO DONNINI (anche lui aretino) fu 10° alle “Piramidi” nel 2016 ed ha successi al Trail del Montanaro 2014 e 2015 a San Marcello Pistoiese, nel Lupa Urban Trail 2016, nel Trail delle Valli Etrusche 2017, nella 6 ore del Donatore 2017 e nell’Artimino Ultramarathon 2018. Molto attesa anche la prestazione del locale ANTONIO DI SANDRO che aspira a migliorare la 16^ posizione della passata edizione.

Poche parole per DANIELE GIUSTI, un mito, un’icona della corsa (14 volte in vetta, 6 volte consecutive fra i primi 10 dal 2005 al 2010, miglior piazzamento 2° anno 2008).

Fra le donne l’esordio vincente del 2018 ed una raffica impressionante di vittorie pongono la croata NIKOLINA SUSTIC nel ruolo di favorita d’obbligo. Campionessa mondiale 2018 nella 100 chilometri a Sveti Martin (Croazia), belle vittorie nella 12 Ore di Zagabria (2011), nelle svedesi Lidingo 50 (anno 2013) e 100 di Stoccolma (2014), nell’Ultramaratona del Gran Sasso (2016) e nella 50 Chilometri di Romagna 2018. Il suo sigillo su molte maratone italiane come Brescia 2015, Verona 2015 e 2018, Pisa 2017, Terni 2019 e Rimini. Vice campionessa del mondo 100 chilometri a Los Alcazares (anno 2016) e, soprattutto, vincitrice delle ultime 5 edizioni consecutive della 100 Chilometri del Passatore (nel 2017 chiuse addirittura 3^ assoluta nella generale col record femminile più volte battuto e ritoccato quest’anno!).

MARIJA VRAJIC completa la rappresentativa croata e vanta un curriculum di successi infinito. Due vittorie all’Abetone (2009, 2014) e tre secondi posti (2015, 2016, 2017, 5^ l’anno scorso), più successi a raffica in tutte le classiche italiane: due volte alla Firenze-Faenza (2013, 2014; nel 2018 è giunta 2^), tre alla 50 chilometri di Romagna (2008, 2015, 2016), più la Strasimeno 2015 e ben 8 affermazioni (l’ultima quest’anno) nella gara di casa Zagreb-Cazma (61 chilometri), fra le corse top dell’Est europeo. Ad esse si possono aggiungere primi posti nella 100 degli Etruschi 2007, nella 100 di Seregno 2013, in quella di Stoccolma 2015, nella slovena Celje-Logarska Dolina (75 chilometri, anno 2017), nella austriaca Mozart 100 (2014, 2015) e nella prestigiosissima Nacht Van Vlaandereen a Torhout (Belgio, 2011). Al 2° posto del Campionato mondiale 50 chilometri a Doha (Qatar – 2018) vanno ad aggiungersi vittorie in maratone nostrane come Terni (2012, 2013, 2015, 2016), ColleMar-athon Barchi-Fano (2012, 2013, 2014), Città del Vino (2013), Livorno 2013, Porto San Giorgio (2014, 2015), Cagliari (2015, 2018), Cividale del Friuli 2016, Treviso 2016, Piave Longarone (BL) e Ravenna 2017. E’ l’atleta straniera col maggior numero di arrivi in vetta: 6.

L’avversaria più credibile è la romagnola FEDERICA MORONI, vincitrice della Colle-Marathon (Barchi-Fano, 2017), della Lupatotissima 6 ore e dell’Ultra K Marathon (2018), mentre qquest’anno ha fatto man bassa di successi (Ronda Ghibellina, Terre di Siena, Strasimeno, 50 chilometri di Romagna), aggiungendo un grande 2° posto al Passatore.

Una garanzìa la ligure SONIA CERETTO che ha un palmarès di primo livello: 7 volte nelle prime 5 alle Piramidi (2^ nel 2008, 3^ nel 2013), una vittoria alla Firenze-Faenza (2010) ed altre 4 volte nella top ten, più vittorie all’Ultra K Marathon 2017, alle recenti toscane Ultra del Granduca Leopoldo ed Una Corsa Geniale (Vinci-Collodi).

L’altra ligure SIMONA CASSISSA si è sempre messa in luce sui tornanti della Montagna Pistoiese (4° nel 2016, 6° nel 2013, 9° nel 2014) e nel 2019 ha vinto le gare liguri Ultra del Turchino e Corsa della Corona.

Molto attesa la prova di CLAUDIA MARIETTA (Lammari-Lucca) che fu 5^ all’Abetone nel 2015. Per lei successi nella spagnola Lanzarote Marathon 2017 ed in quella di Suviana 2019. Piazzamenti di rilievo con seconde piazze a Livorno (2013), Rimini (2017, 2018), Lucca (stesso anno), Carrara 2018 e terzi posti a Torino 2017 e Parma 2018.

Torna dopo qualche anno una grande protagonista “ultra” ovvero LORENA DI VITO (Pro Patria Cus Milano), dalla lista interminabile di successi. Eccone alcuni: 100 chilometri de Chichè e 100 du Morvan (entrambe francesi, rispettivamente 2002 e 2004), 100 di Sicilia 2005 e 2007, 100 Spiridon Catalan (Francia, 2006), 50 di Sanremo 2005 e 2007, Bologna-Zocca 2006, Torino-Saint Vincent 2009, più piazzamenti a go-go come alla Marathon des Sables 2006 (2^), al Passatore 2010 (ancora 2^) ed alla finale mondiale IAU World Trophy 50 del 2005 (3^).

Della partita sarà nuovamente la forte giapponese MAJIDAE SOHN che nel 2017 fu 3^ alle “Piramidi” (fu 6^ l’anno prima) e vanta affermazioni alla Strasimeno (2016; 2^ nel 2018), all’Ultra K Marathon 2016 ed alla Sei Ore delle Cascine (2017).

La marchigiana BARBARA CIMMARUSTI si ripropone con fiducia, 2^ alle Piramidi nel 2013 e 2014, terza nel 2012, 6° nel 2018 campionessa italiana 2014 della 100 chilometri a Seregno e vincitrice nella Strasimeno 2013

La mugellana ROSA CUSELLO vanta 6 arrivi all’Abetone, tre volte nelle prime 10 (miglior piazzamento 7^ anno 2016) e nel 2019 ha vinto la Chianti Classico Marathon

L’italo-albanese MARTA ISABELLA DOKO è attesa alla consueta prova senza sbavature (4^ nel 2017, 10^ nel 2016 e 2018, 6^ nel 2014) e vanta gradini più alti del podio nell’Ultratrail del Mugello (2014), nella 6 Ore del Donatore 2018, in quelle del Campano e di Teodorico (stesso anno), alla 6 ore Ippociok 2019, nonchè due top ten al Passatore.

Tanti gradini più alti del podio per la toscana FRANCESCA INNOCENTI, tra cui 6 Ore Telethon di Lavello (2015), 24 Ore Monaco/Montecarlo (2016), 6 ore Torino, del Donatore (anche 2019), dell’Alto Adige (anche 2018), Pianezza, 24 ore Reggio Emilia ed Ultramaratona del Tricolore (tutte nel 2017), Lupatotissima 12 ore e 6 ore Villa Torre (2018), Bi-24 Ultra 2019.

Gli altri

Per il traguardo di Abetone (50 chilometri), gli atleti più giovani in corsa saranno GIACOMO AMBROSINI (Faenza – RA – 22 anni) e ROBERTA VARRICCHIONE (Piedimonte Matese - CE – 28 anni); i “meno giovani” DONATO FINELLA (Campiglia Marittima – LI – 80 anni) e FIORENZA SIMION (Murano - VE – 76 anni).

Per San Marcello Pistoiese (30 chilometri) i più giovani LORENZO MUCCI (Buggiano- PT – 21 anni) e SABRINA LORI (Casalguidi – PT – 27 anni); i “più maturi” EDO FONDI (Pistoia – 80 anni) e PERLINA VESPRINI (Fontespina - MC- 63 anni).

L’atleta in assoluto più anziano “in gara” sarà, come sempre il marescano trapiantato a Parigi VALERIO PUCCIANTI, nato il 3 Luglio 1922, addirittura 97 anni (!!), che disputerà la camminata San Marcello-Abetone, scortato da un drappello dell’ANPI Montagna Pistoiese, capeggiato dalla presidente RITA MONARI.

Già iscritti molti fedelissimi della gara in primis il pistoiese GIORDANO CHIAPPELLI (43 arrivi in 43 edizioni, l’unico a poter vantare quest’incredibile primato) e la capofila femminile, la pratese MICHELA ANICETI (30 edizioni portate a termine).

Presenti anche ALBERTO BAMBINI (Livorno – 31 arrivi), CLAUDIO GUIDOTTI (Borgo San Lorenzo-FI – 28 arrivi), SIMONE MONCINI (Pistoia – 25), GIANFRANCO TOSCHI (Orentano-PI – 24), MARCO SEGHI (Pistoia – 23), QUIRINO RENZI (Pioltello - MI – 20), LUIGI TOSI (Pistoia – 20), ROBERTO FALCINI (Firenze – 19), GIUSEPPE FEDELE (Uzzano – PT – 19), PAOLO GIUSTI (Firenze – 19), MASSIMILIANO MORELLI (Fucecchio – FI – 19), PIZZI MASSIMO (Viareggio – LU – 19).

Non mancheranno, come di consueto, per il traguardo di San Marcello, gli arbitri di calcio dell’AIA di Pistoia (15 iscritti), con al comando delle operazioni il mitico presidente MASSIMO DONI, ed il pratese MARCO ALBERTINI, che tenterà di raggiungere l’Abetone per la 7^ volta consecutiva, spinto sulla sedia a rotelle dall’amico ANTONIO MAMMOLI (20 volte in vetta).

Iscritti anche atleti non vedenti o con disabilità più o meno lievi, cui l’organizzazione ha concesso con sensibilità l’iscrizione gratuita.


25/06/2019
Parma Marathon
Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it