Milano Marathon

Ecco tutte le novità della Maratona di Milano 2022: un evento sempre più solidale e sostenibile

Dovrà battere sé stessa. Impresa difficile, ma non impossibile, per la Milano Marathon, che nel 2021 con la sua Special Edition è stata la più veloce dell’anno a livello mondiale, confermando di essere ormai nel gotha internazionale degli eventi sui 42,195 chilometri.

Le premesse per un’altra formidabile gara ci sono tutte. Vivo è ancora l’eco dell’impresa di Titus Ekiru, già vincitore dell’edizione 2019, che nella Special Edition 2021 ha demolito i record italiani all-comers della maratona realizzando la miglior crono maschile dell’anno a livello mondiale, chiudendo la gara in 2h02’57”. Un primato che mancava all’Italia della maratona Olimpica di Roma negli anni 60.

L’edizione 2022 è stata presentata ufficialmente oggi a Palazzo Reale, luogo simbolo del capoluogo lombardo. Sarà la Milano Marathon numero 20 e si correrà il prossimo 3 aprile, con tracciato ad anello e partenza e arrivo nel cuore della città. Organizzata da RCS Sports & Events – RCS Active Team, torna a due anni dall’ultima edizione, che con 7.623 runner iscritti e con 6.309 finisher, rappresenta il miglior risultato di sempre in termini di partecipazione.

A moderare la presentazione Lucilla Andreucci, campionessa azzurra di maratona, che prima di dare inizio ai lavori ha introdotto il video-saluto del Sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Presenti: Paolo Bellino - Amministratore Delegato e Direttore Generale RCS Sports & Events; Martina Riva - Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano; Pier Bergonzi – Vice Direttore La Gazzetta dello Sport; Antonio Rossi - Sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi di Regione Lombardia; Andrea Trabuio - Direttore della Milano Marathon e Responsabile Mass Events RCS Sports & Events - RCS Active Team.

“Abbiamo cominciato i festeggiamenti per il ventennale della Milano Marathon nel migliore dei modi già quest’anno, con una prestazione maiuscola, che era quanto ci eravamo prefissati”, ha spiegato Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale RCS Sports & Events. “Un grande risultato tecnico porta Milano e la maratona nel mondo. Stiamo lavorando per fare sì che la Milano Marathon diventi sempre di più uno dei grandi eventi della città, e la città ci sta seguendo: siamo il secondo evento sportivo d’Europa per raccolta di donazioni, dietro la maratona di Londra. I nostri obiettivi rimangono superare i 10 mila partecipanti e le 40 mila presenze complessive tra maratona, staffetta e school marathon, e diventare un evento a emissioni zero di CO2”.

“La Milano Marathon è un evento fondamentale per la città, non solo dal punto di vista sportivo”, ha detto Martina Riva, Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano. “I suoi 42 km e 195 metri di invasione positiva della città sono un messaggio importante per i giovani, perché lo sport sta facendo sempre più fatica a essere protagonista del loro tempo libero e dei percorsi formativi. È poi un formidabile strumento di sostenibilità e beneficienza, che la rende un perfetto biglietto da visita della nostra città”.

“Una delle parole chiave di Milano-Cortina 2026 è sostenibilità: economica, ambientale, sociale”, ha dichiarato Antonio Rossi, Sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi di Regione Lombardia. “Per noi, la Milano Marathon è dunque una straordinaria opportunità per promuovere il territorio ma anche i valori dello sport. Negli ultimi vent’anni la maratona ha fatto un percorso incredibile. Io c’ero già alla prima edizione, che ho corso nella staffetta assieme ad Alberto Tomba. Quello che chiediamo oggi ai milanesi, è di aiutarci a trasmettere il clima olimpico ai giovani e a tutti gli stranieri che verranno a Milano a correre la maratona e per i Giochi del 2026”.

Queste le principali novità della Milano Marathon numero 20:

Il percorso, lungo 42,195 chilometri, presenterà un tracciato ad anello, con partenza e arrivo in pieno centro (corso Venezia). Previsti il passaggio dei runner in City Life.

Confermata la Lenovo Relay Marathon (staffetta) collegata al Charity Program, che permette di dividere il percorso ufficiale in 4 frazioni di lunghezza compresa tra i 7 e i 13 km ciascuna, attraendo i runner che desiderano prendere parte a una grande manifestazione sportiva sposando un progetto solidale. Nel 2019 le squadre registrate sono state 3.691. Confermata la formula Lenovo Run Anywhere, introdotta con successo nel 2021, grazie alla quale chiunque, e in qualunque luogo, pur non essendo presente fisicamente all’evento, potrà partecipare alla staffetta organizzandosi in squadre da 4 runner e sostenere così la propria ONP preferita. I percorsi saranno tracciati con l’app dedicata o qualsiasi dispositivo GPS e caricati sul portale dell’evento. (Nel 2019 il ricavato dal Charity Program è stato di 1 milione e 300 mila euro attraverso la piattaforma di Rete del Dono, partner storico dell’evento).

Nasce RUN GREEN Milano Marathon, il progetto che renderà la Milano Marathon un evento più sostenibile e un esempio di attenzione all’ambiente. Le emissioni di CO2 prodotte dall’evento nei giorni 2 e 3 aprile saranno compensate con attività svolte sia negli stessi giorni della manifestazione (raccolta differenziata con AMSA e creazione di isole ecologiche - upcycle di materiale plastico - raccolta di scarpe usate da running nei giorni dell’Expo - attività di plogging) sia successivamente mediante l’individuazione di soluzioni e progetti da attuare in altre parti del nostro Pianeta. Ad affiancare RCS Sports & Events – RCS Active Team in questa iniziativa sarà la società tedesca Climate Partner, che rilascerà una certificazione “carbon neutral”.

Confermata la School Marathon per il sesto anno, con il suo nuovo Title Sponsor Levissima, la corsa in programma a City Life, su un percorso di 3 chilometri, sabato 2 aprile e dedicata ai più piccoli in collaborazione con OPES (Organizzazione per l’Educazione allo Sport). È arricchita da un percorso didattico volto a sensibilizzare gli alunni delle scuole primarie e secondarie di Milano sull’importanza delle attività outdoor che sono alla base di uno stile di vita sano e sui valori dello sport e della maratona. Nel 2019, anno in cui è stata organizzata l’ultima edizione, l’evento ha visto la partecipazione di oltre 13.000 giovani studenti tra i 6 e i 14 anni insieme ai loro accompagnatori. “Eventi di questa portata rappresentano un’occasione per incoraggiare sane abitudini, non solo legate allo sport ma anche all’ambiente – sottolinea Francesca Rebba, Senior Brand Manager Levissima –, sensibilizzando grandi e piccoli al corretto riciclo: valori chiave del nostro programma Regeneration, con cui ci impegniamo alla creazione di un mondo in cui le risorse vengono utilizzate in modo condiviso e responsabile per creare insieme un impatto positivo sull’ambiente”.

Presentate le nuove maglie disegnate da ASICS, nuovo Technical Partner della Milano Marathon. Il brand nipponico di calzature e abbigliamento sportivo ha chiuso un contratto pluriennale che lo lega all’evento sino al 2024. Non è la prima volta per questa grande azienda, quotata alla Borsa di Tokyo e leader di mercato; già Partner della manifestazione per quattro edizioni consecutive, a cominciare dal 2005.

Al fianco della Milano Marathon come sempre La Gazzetta dello Sport, che ha ampliato la sua offerta editoriale ideando il verticale web Gazzetta Active dedicato allo sport attivo: propone ogni giorno approfondimenti e novità per gli appassionati di running e non solo.

Le iscrizioni alla maratona sono già aperte sul sito: www.milanomarathon.it.

“Mancano circa 15 settimane, quindi è il momento di cominciare ad allenarsi”, è il consiglio di Stefano Baldini, campione olimpico di maratona e da anni testimonial di ASICS. “Correre 42 km e 195 metri tutti in una volta è un sogno, ma poterlo fare anche in staffetta, come alla Milano Marathon, è un’opportunità da cogliere al volo. Le maratone veloci non nascono mai per caso, occorrono città accoglienti nei confronti dello sport. Milano è una città che è cambiata tantissimo per divenire in questi anni una delle regine della maratona. Per correre a tempi record, i migliori viaggiano a ben oltre i 20 chilometri orari. Noi di ASICS cerchiamo di offrire la migliore tecnologia, ma poi è sempre il piede dell’atleta che fa la differenza”.

“Dopo Berlino e Londra, Milano è la terza città al mondo con un tempo inferiore alle 2h03’ e la seconda maratona al mondo nel ranking della World Athletics, la federazione mondiale dell’atletica leggera”, ha spiegato Andrea Trabuio, Direttore della Milano Marathon. “Ma questa è solo una delle eccellenze della Milano Marathon, che da un lato vuole confermarsi come un evento sportivo top a livello internazionale e dall’altro è un evento molto inclusivo che fa della raccolta fondi uno dei suoi punti di forza e cerca di coinvolgere sempre di più la città”.


17/12/2021
Calendario Maratone 2022


Verdi Marathon 2022
Le Recensioni di MarathonWorld.it
Immagine MarathonWorld.it