Maratonina di Arezzo

Domenica 27 ottobre c'è la 21ma edizione della Maratonina Città di Arezzo: Stefano La Rosa sfida gli africani

Presentata a media, sponsor e autorità di Arezzo nella Sala Rosa della residenza Comunale la 21^ Maratonina Città di Arezzo Internazionale in programma domenica mattina 27 ottobre, con partenza alle ore 10 da viale Roma e arrivo sempre su viale Roma, dove sotto il porticato dello stesso viale sarà possibile ritirare il pettorale gara. Come da anni a questa parte, premiazioni, ristori, depositi borse avrà il suo epicentro in Piazza Guido Monaco. Una Maratonina valida anche per i titoli tricolori dei Medici e Consulenti del Lavoro, alla gara sui 21 km e 97 metri si affiancano una gara di 9 km competitiva e non competitiva e la 8^ edizione della Mini Runner “IL CUORE IN CORSA” di 3 km, per tutti una partenza unica alle ore 10, davanti i competitivi di Maratonina e 9 km dietro tutti gli altri. Nel corso della presentazione hanno portato i saluti l’assessore allo sport, Tiziana Nisini: “Questa manifestazione è un lustro per la città, con un grande lavoro organizzativo alle spalle. L’altissimo numero di partecipanti richiede uno sforzo logistico imponente, proporzionato al successo che cresce anno dopo anno e che lancia un segnale importante agli sportivi e agli studenti”. Sulla stessa linea il commento dell’assessore alle politiche sociali, Lucia Tanti: “Tramite lo sport, potremo vivere un momento di riflessione sulla salute e sulla sicurezza, temi che meritano di essere approfonditi e analizzati insieme ai cittadini e ai ragazzi delle scuole. La Maratonina non è solo competizione ma anche dialogo, confronto e prevenzione”. La presidente della Provincia di Arezzo, Silvia Chiassai, ha messo in evidenza “il valore di un evento che consentirà di informare, approfondire, riflettere sui corretti stili di vita da seguire.

E’ un progetto che sposo al cento per cento come amministratrice, come psicoterapeuta, come docente Coni e come atleta. Domenica sarò anche io alla partenza”. Presenti inoltre i rappresentati di CONI, FIDAL,CSI, DECATHLON e Polizia Municipale con il comandante Cino Augusto Cecchini e il vice Aldo Poponcini, sulla base dei dati degli anni scorsi, hanno sottolineato “i miglioramenti apportati al percorso di gara, in modo da ridurre i disagi per i residenti. A tutti è comunque chiesta collaborazione e attenzione ai divieti nelle 48 ore precedenti la Maratonina”. Dopo i saluti da parte di autorità e partner la parola è passata agli organizzatori dell’UP Policiano Arezzo Atletica guidati da Fabio Sinatti, che ha illustrato nel totale la manifestazione, partendo dalla novità del percorso, un tracciato modificato rispetto alle precedenti edizioni dal quale sono state escluse le zone: de La Pace, Meridiana e Marchionna e inserita la zona Giotto, una modifica avvenuta in piena sinergia con la Polizia Municipale di Arezzo. Poi Sinatti ha aggiunto “Da giovedì 24 in piazza San Jacopo sarà in funzione il “Villaggio sport e salute”: previsti incontri, conferenze e dibattiti su biomeccanica del movimento, psicologia dello sport, alimentazione, ambiente e spreco zero, medicina dello sport, trattamenti olistici. Sotto l’aspetto agonistico il cast degli atleti al via è di buon livello nonostante una seire incredibile di altre concomitanze di manifestazioni in calendario Fidal e non solo, la lista la riportiamo nel riquadro sottostante sia maschile che femminile, poche presenze in chiave azzurra, ma non manca il beniamino toscano Stefano La Rosa (Carabinieri) abituale presenza sia nella Scalata al Castello di fine maggio che per la Maratonina di fine ottobre.

La Rosa dovrà vedersela con i keniani e magrebini, difficile trovare un sicuro favorito almeno un paio se non anche tre atleti sono sicuramente in grado di correre sotto l’ora e due minuti, molto dipende anche dalle condizioni meteo. Con La Rosa al via i keniani: Tiongik, Mwangi, Kalale, Solomon Koech e Benard Kipkorir, i magrebini: El Khali, Kabbouri e Benhamdane. Tra le donne occhi puntati sulla keniana Winfrida Moraa Moseti l’atleta keniana che detiene il record della corsa stabilito nel 2017, sue avversarie le connazionali: Jerotich e Kemboi, Munguleya (Uga) e Nahimana (Bur). Gli eventuali due record da battere sono per gli uomini l’1.01’11” di Abere Chane Lema (Eth-2012), per le donne l’1.09’41” Winfridah Moseti (Ken-2017).


24/10/2019
Calendario Maratone 2020
Trento Half Marahon 2020
I test di MarathonWorld.it
Gli speciali di MarathonWorld.it