Campionati Italiani

La rassegna nazionale juniores (under 20) e promesse (under 23) dall’11 al 13 giugno: oltre 1800 atleti e 82 titoli

Torna a Grosseto la grande atletica. Per il secondo anno consecutivo sarà il capoluogo maremmano ad accogliere i Campionati italiani juniores e promesse, nel fine settimana da venerdì 11 a domenica 13 giugno, con i migliori giovani del panorama nazionale. È uno dei principali appuntamenti del calendario, ancora più partecipato rispetto alla scorsa stagione, che mette in palio 82 titoli per le categorie under 20 e under 23.

La manifestazione infatti stavolta avrà un programma completo, anche con le gare più lunghe di mezzofondo e di marcia che non erano inserite nella scorsa edizione. In crescita quindi i numeri dell’evento: più di 1800 atleti iscritti per oltre 2500 presenze-gara, in rappresentanza di 323 società provenienti da ogni regione. Ma sarà anche una tappa fondamentale verso i prossimi Europei giovanili in programma tra un mese a Tallinn, in Estonia: under 23 (8-11 luglio) e under 20 (15-18 luglio).

Alla conferenza stampa di presentazione, nella sala consiliare del comune di Grosseto, sono intervenuti Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto, e l’assessore comunale allo sport Fabrizio Rossi, con Stefano Mei, presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera, ed Elisabetta Artuso, consigliere nazionale FIDAL, insieme al presidente FIDAL Toscana Alessandro Alberti, al presidente dell’Atletica Grosseto Banca Tema Adriano Buccelli e ad Alfio Giomi, già presidente della FIDAL.

MarathonWorld.it sarà presente allo Stadio Olimpico Carlo Zecchini per la tre giorni di gare, tutte le foto dell'evento saranno disponibili al termine di ogni sessione su Photo.MarathonWorld.it

LE SEDI - Allo stadio Carlo Zecchini si svolgerà la maggior parte delle competizioni, invece le gare di lancio del disco e lancio del martello saranno al campo Nilo Palazzoli, mentre il campo scuola Bruno Zauli sarà l’impianto di riscaldamento. Organizza l’Atletica Grosseto Banca Tema.

82 TITOLI - In palio 82 titoli italiani: 21 per gli juniores e 20 per le promesse, sia al maschile che al femminile. La categoria juniores (under 20) comprende quest’anno gli atleti nati nel 2002 e 2003, mentre quella promesse (under 23) le classi 1999, 2000 e 2001.

GLI ATLETI - Attesi tanti giovani azzurri. Nel salto triplo promesse Andrea Dallavalle, medaglia d’argento agli Europei del 2017 proprio a Grosseto, proverà ad avvicinare i diciassette metri dopo aver eguagliato il record personale di 16.95 nella scorsa settimana. Tornano due atleti che nell’ultima edizione hanno migliorato i primati italiani juniores, stavolta in gara tra le promesse: Veronica Zanon nel triplo e Carmelo Musci nel disco. In pista al via la campionessa tricolore assoluta dei 100 metri Zaynab Dosso e l’altra azzurra Chiara Melon, che nel 2020 ha fatto doppietta di titoli under 23 a Grosseto (100 e 200). Nei 400 juniores è annunciato Lorenzo Benati, che in questa stagione ha corso più volte con la staffetta della Nazionale maggiore, nei 110hs Lorenzo Simonelli tra gli under 20 e Franck Koua tra gli under 23, invece Alessandro Sibilio potrebbe essere impegnato nei 400 promesse (deciderà nei prossimi giorni) come Eloisa Coiro, primatista italiana della 4x400 indoor. Nei 100 metri juniores da seguire Matteo Melluzzo, che di recente con 10”25 è diventato il secondo under 20 italiano di sempre alle spalle soltanto di Filippo Tortu. Per il mezzofondo, nei 1500 promesse, sfida con molti pretendenti tra cui Matteo Guelfo e Pietro Arese che hanno già indossato quest’anno la maglia azzurra assoluta, mentre al femminile è iscritta Marta Zenoni. Nel peso attenzione a Riccardo Ferrara, arrivato a 19.80 quest’anno, e nel martello juniores alla primatista di categoria Rachele Mori.

DIRETTA STREAMING - La manifestazione sarà interamente trasmessa in diretta video streaming su www.atletica.tv. Nei giorni successivi è in programma anche un’ampia sintesi tv su RaiSport.

PROGRAMMA ORARIO: CLICCA QUI


09/06/2021
Calendario Maratone 2021
Trento Half Marahon 2021
Le Recensioni di MarathonWorld.it