La 30 Trentina

Aperte le iscrizioni per l'edizione 2024 de La 30 Trentina: si gareggia domenica 29 settembre

Foto di Marco Trabalza


Con sette mesi a disposizione il tempo per allenarsi e farsi trovare all’appuntamento non manca di certo. D’altronde La 30 Trentina, per un podista, è uno di quegli appuntamenti che meritano un occhio di riguardo ed una preparazione mirata, non solo perché propone una distanza stimolante ed un percorso molto tecnico, ma anche perché il livello dei partecipanti è sempre alto. La medaglia del finisher, insomma, a Levico Terme ha una valore non solo simbolico.


Le prime date da segnarsi sull’agenda sono quelle della 13ª edizione della competizione, che si svolgerà domenica 29 settembre, e del termine della prima promozione, quella che garantisce lo sconto più rilevante sulla quota di iscrizione. Fino al 31 marzo sarà infatti possibile iscriversi alla gara al costo di 25 euro, che diventano 30 per i due pettorali della gara a staffetta “duo half”. Poi le tariffe si eleveranno gradualmente per scaglioni l’1 aprile, l’1 giugno, l’1 agosto e il giorno prima della manifestazione, quando verranno accettate solo le iscrizioni presentate di persona a Levico Terme. Da quest’anno la piattaforma adottata per gestire questo flusso è Avaibook.


Per quanto concerne il programma della giornata e il percorso, l’asd Non Solo Running rimarrà nel solco della tradizione, che fa leva sul grande appeal esercitato da un ambiente naturale di grande pregio, quale è quello dei laghi di Levico e Caldonazzo e il clima mite che garantiscono. Correre fra i campi coltivati, i frutteti, sulla pista ciclabile, spesso a pochi metri dall’acqua, dà una spinta in più ed aiuta a moltiplicare le forze, necessarie soprattutto per affrontare l’ultimo suggestivo segmento del percorso, che da Pergine porta, in salita, verso la punta occidentale del Lago di Levico.

?

Nel programma non poteva mancare la Camminata per la vita, una passeggiata su un percorso di 9 chilometri intorno al Lago di Levico proposta in collaborazione con l’associazione Centro Aiuti per l’Etiopia, alla quale ci si iscrive prima della partenza, versando una quota che verrà interamente devoluta alla costruzione di una scuola materna a Shone. La quota dà diritto al ristoro posizionato a metà percorso, a quello finale e al pasta party nel quale verranno serviti i prodotti di alcuni sponsor storici della manifestazione come la pasta Felicetti, le mele La Trentina e l’acqua Pejo.