Grifone Meeting

Sabato 27 maggio il meglio dell'atletica italiana, e 98 medaglie internazionali, in gara allo Stadio Carlo Zecchini. Tutte le ultime news

Foto di Organizzatori


In una gremita sala conferenze dell'Hotel Granduca, è stata presentata l'edizione 2023 del Grifone Meeting, riunione che raccoglie l'eredità del Meeting di Castiglione, che lo scorso anno ha scalato le classifiche internazionali ponendosi al 49mo posto del ranking mondiale, su quasi 1300 manifestazioni entrate nella graduatoria, e al primo posto in Europa del circuito Challenger.


Sabato 27 maggio, con inizio alle 15:30 e diretta su RaiPlay, saranno oltre 170 gli atleti in gara in rappresentanza di 29 diverse nazioni. Il Grifone Meeting, complice una pista super performante, conferma il suo grande richiamo con la presenza di ben 98 medaglie internazionali, tra cui l'argento olimpico Sashalee Forbes ed i pluri-medagliati europei e mondiali Adam Gemili e Amel Tuka, oltre che la presenza in pista di 78 titoli italiani a cui si sommano alcuni dei nomi emergenti dell'atletica azzurra.


Durante la conferenza è stata inoltre annunciata l'aggiunta nel programma del salto in alto femminile, tra le iscritte le azzurre Alessia Trost, Idea Pieroni e Marta Morara.


Gli interventi:


Ha preso per primo la parola il Sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna: "portare definitivamente questo evento a Grosseto è un sogno che si realizza, Il Grifone Meeting è il classico esempio di come realizzare un indotto sportivo e questa presentazione arriva all'indomani della consegna del riconoscimento all'Ambito Maremma Toscana sud come Comunità europea dello sport 2024. Siamo ormai da anni un punto di riferimento per l'atletica, complice un clima favorevole e impianti di primissimo livello; i nostri eventi vengono richimati come esempio in ambito internazionale. Esorto i giovani e le loro famiglie ad essere presenti domenica sulle tribune"


La meeting director Elisabetta Artuso è entrata nel vivo dell'aspetto tecnico sottolineando la grande vicinanza delle associazioni locali: "la pista è straordinaria e tanti atleti che hanno gareggiato qui l'anno scorso ci hanno chiesto di poter ritornare. Essendo stata un'atleta di alto livello posso dire con certezza come le strutture cittadine possano contribuire non solo a fare attività a livello professionistico ma anche a creare il famoso turismo sportivo. Quest'anno abbiamo il piacere di avere in Toscana due dei meeting più importanti in Italia ed Europa – ricordando il Golden Gala Pietro Mennea che il 2 giugno andrà in scena a Firenze – spero in un grande pomeriggio non solo di risultati ma anche di occasione per famiglie e giovani di ritrovarsi allo Stadio Zecchini."


Le gare in breve:


Velocità: apertura di meeting con le serie B dei 100m ed un 200m nazionale. Nei 100hs le polacche Klaudia Wojtunik e Klaudia Siciarz trovano la pluri-campionessa spagnola Teresa Errandonea e la campionessa italiana indoor Nicla Mosetti. 400m con al via il bronzo degli ultimi europei Alex Haydock-Wilson, con lui il messicano argento mondiale U20 Luis Ferreiro e gli azzurri Edoardo Scotti, Lorenzo Benati e Riccardo Meli. Poi i 200m con il 4 volte campione europeo Adam Gemili ed il bronzo dei Giochi del Commonwealth Yupun Abeykoon mentre nei 100m, dove tornerà in pista lo stesso Gemili, ci sarà il jamaicano Oshane Bailey; tanta Jamaica anche al femminile dove l'argento olimpico Sashalee Forbes trova la connazionale Jura Levy, bronzo mondiale nella 4x100m, per l'Italia Irene Siragusa, Alice Pagliarini e Chiara Melon.


Mezzofondo: tutte le migliori esponenti azzurre del mezzofondo veloce presenti a Grosseto. Negli 800m le campionesse europee di cross Gaia Sabbatini e Federica Del Buono, insieme alla vincitrice del titolo italiano 2022 Eloisa Coiro, se la vedranno con le polacche Sarna, Megger e Czpala. Nei 1500m attenzione a Ludovica Cavalli ed Elena Bellò, iscritte insieme alle etiopi Mekonen e Ksanet, con loro anche la 6 volte campionessa italiana Giulia Aprile. Gara dei 5000m che sarà impostata su ritmi di livello mondiale dalla keniana Selah Jepleting, aggiunta dell'ultim'ora quella dell'azzurra Aurora Bado.

Al maschile 800m con l'argento e bronzo mondiale Amel Tuka e l'argento europeo indoor Mateusz Borkowski, Simone Barontini e Francesco Pernici difendono i colori azzurri. Nei 1500m si aggiunge il campione mondiale U20 Melkeneh Azize, con lui il connazionale Addisu Wegene e tanti italiani, tra cui Joao Bussotti, Mohad Abdikadar, Matteo Guelfo ed il medagliato alle Paralimpiadi di Tokyo Ndiaga Dieng. Nei 3000m Kenia, Etiopia e Uganda protagonisti insieme al campione sudafricano Chameton, aggiunta dell'ultim'ora quella dell'eritreo argento Mondiale U20 Merhawi Mebrahtu.


Salti: la primatista di Ecuador Yuliana Angulo e la campionessa polacca Magdalena Bokun sono le donne da battere nel salto in lungo, gara con tanta Italia tra cui Ottavia Cestonaro, Arianna Battistella e la giovane Marta Amani, medagliata agli ultimi mondiali Under 20. Salto con l'asta di altissimo livello con la presenza della campionessa uscente, e primatista norvegese, Lene Retzius che se la vedrà con l'azzurra Roberta Bruni, attenzione anche al giovane prodigio azzurro Great Nnachi. Salto in lungo maschile che vede due atleti con personali sopra gli 8 metri: Thapelo Monaiwa dal Botswana e Muhammed Anees Yahiya dall'India.



L'orario delle gare e gli atleti da seguire



15:30 – 100m Special Olympics

15:40 – 100m F (Serie B)

15:50 – 200m F (Nazionale)

16:00 – Cerimonia di Apertura

16:30 – 100hs F (Wojtunik – Siciarz – Mosetti)

16:35 – Alto F (Trost - Pieroni)

16:45 – 100m M (Serie B)

16:50 – Lungo F (Bokun – Angulo - Amani – Battistella - Cestonaro)

17:00 – Asta F (Retzius – Bruni - Nnachi)

17:00 – 400m M (Haydock – Ferreiro – Scotti - Benati)

17:10 – 800m F (Sarna – Czpala – Sabbatini – Del Buono - Coiro)

17:20 – 800m M (Tuka - Borkowski- Barontini)

17:30 – 200m M (Abeykoon - Gemili)

17:40 – 1500m F (Mekonen - Galant – Cavalli - Bellò)

17:50 – 1500m M (Wegene - Azize – Bussotti – Abdikadar - Ndieng)

17:50 – Lungo M (Thapelo - Yahiya)

18:00 – 5000m F (Jepleting - Gitonga - Bado)

18:20 – 3000m M (Abdilmana - Kiprop)

18:35 – 100m F (Forbes - Levy)

18:40 – 100m M (Gemili – Bailey



Le star internazionali


Adam Gemili (100m/200m): camp. mondiale 4x100m (2017) e 4 volte campione europeo

Yupun Abeykoon (200m): bronzo Giochi Commonwealth, nel 2022 sotto i 10” nei 100m

Wilson Haydock (200m/400m): campione europeo 2022 nella 4x400m e bronzo sui 400m

Amel Tuka (800m): argento (2017) e bronzo (2015) mondiale, sesto alle ultime Olimpiadi

Monawa Thapelo (Lungo): quinto agli ultimi Campionati Africani, recentemente 8.12m

Sashalee Forbes (100m): argento olimpico (2016) e bronzo mondiale (2017) nella 4x100m

Jura Levy (100m): argento (2011) e bronzo mondiale (2017) nella 4x100m

Klaudia Siciarz (100hs): PB di 12”87, torna a Grosseto dopo il bronzo agli EuroU20 2017

Selah Jepleting (5000m): dopo il 14'48” dello scorso anno, attacca la World Leading 2023

Lene Retzius (Asta): vincitrice lo scorso anno con il primato nazionale norvegese


Le star azzurre


Simone Barontini (800m): camp. europeo U23, nel 2022 per la prima volta sotto l'1'45”

Alice Pagliarini (100m): nome nuovo della velocità, a 16 anni già capace di 11”64

Gaia Sabbatini (800m): campionessa europea di cross (staffetta) e oro U23 1500m

Federica Del Buono (800m): campionessa europea di cross (staffetta)

Ludovica Cavalli (1500m): arrivata recentemente ad altissimi livelli, 4 volte camp. italiana

Elena Bellò (1500m): lo scorso anno per la prima volta sotto i 2' negli 800m

Nicla Mosetti (100hs): campionessa italiana indoor, cerca il primo sub-13” della carriera

Marta Amani (Lungo): bronzo agli ultimi mondiali U20, già capace di 6.52m

Roberta Bruni (Asta): pluri-campionessa e primatista italiana

Great Nnachi (Asta): giovane prodigio azzurro in numerose specialità, già alfiere della repubblica


Le nazioni presenti al Grifone Meeting 2023


Algeria, Arabia Saudita, Bosnia, Botswana, Brasile, Burundi, Congo, Ecuador, Eritrea, Etiopia, Francia, Gran Bretagna, India, Italia, Jamaica, Kenia, Marocco, Messico, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Rep. Dominicana, Senegal, Spagna, Sri Lanka, Svizzera, Togo, Uganda



Medaglie e titoli in pista


Olimpiadi (1 argento) - Mondiali (2 ori, 4 argenti, 7 bronzi) - Europei (9 ori, 1 argento, 2 bronzi) - Paralimpiadi (1 bronzo) - Mondiali U20 (2 ori, 6 argenti, 2 bronzi) - Mondiali U18 (1 argento) Europei U23 (3 ori, 8 argenti, 5 bronzi) - Europei U20 (4 ori, 4 argenti, 7 bronzi) - Europei U18 (3 ori, 1 argento, 2 bronzi) - Altri titoli (+20 tra Giochi Commonwealth, Mondiali Staffette, Campionati Asiatici, Campionati Africani, Universiadi)