Firenze Marathon

Tutto quello che c'è da sapere a poche ore dalla Maratona di Firenze. Il favorito Debela: “190km alla settimana per vincere e fare il record"

Foto di Andrea Renai


Presso il Marathon l’Expo di viale Malta sono stati presentati i migliori atleti che domani proveranno a vincere la Firenze Marathon. Come sempre l’obiettivo è battere il primato della gara, il record di James Kutto di 2h08’40” è imbattuto ormai dal 2006, mentre al femminile il primato della olimpica Lonah Chemtai Salpeter di 2h24’17” è più recente, fissato dalla israeliana nel 2018. A dare il benvenuto al plotone dei migliori è stato il presidente di Firenze Marathon Giancarlo Romiti: “Voi siete i protagonisti di questa 38esima Firenze Marathon – riferendosi direttamente ai ragazzi -.


Vi ringraziamo di essere qui, siete in una delle più belle città del mondo, città di cultura e arte. Firenze vi aspetta e vi applaudirà, ci sono 2500 volontari ad assistervi e c’è la riga verde disegnata per terra che vi guiderà. Seguitela”. Gli fa eco il direttore tecnico Fulvio Massini: “Farete una grande gara, ho parlato con i vostri manager e i vostri allenatori. So che siete in forma, che siete pronti. Siamo sicuri che sia così e ci auguriamo che possiate correre molto forte e possiate battere il record della gara. Siamo felici di vedervi, siete i più forti tra i 7500 atleti in gara domani”.


LEGGI ANCHE: TUTTO SULLA GARA - IL PERCOSO STRADA PER STRADA


ISCRIVITI AI NOSTRI SERVIZI GRATUITI: WHATSAPP - NEWSLETTER


Tra i pretendenti alla vittoria tra gli altri c’è l’etiope Dejene Gonfa Debela, pettorale numero 2, classe 1995 e un record personale di 2h05’46” fatto quando si piazzò 2° alla Maratona di Chicago nel 2019. E’ un giramondo, nel suo curriculum gare in Asia, Medio Oriente, Europa, Stati Uniti con Boston oltre che Chicago: “E’ la mia prima volta a Firenze, sono emozionato, non vedo l’ora di essere al via. Non è la prima volta in Italia, partecipai all’esperimento Breaking2 di Monza nel 2017 con Eliud Kipchoge che provò ad andare sotto il muro delle 2 ore. Poi mi piazzai 7° alla maratona di Roma nel 2018. Vivo e mi alleno intorno a Addis Abeba, corro circa 180 km alla settimana quando facciamo allenamenti molto duri, molto tirati, mentre salgono a 190 quando facciamo ‘easy run’ e andiamo tranquilli. Ho due fratelli e una sorella, ora sono un atleta professionista, ma fino a qualche anno fa ero uno studente e vivevo con la mia famiglia che ha una fattoria”. Alla domanda su cosa farà domenica in gara alla Firenze Marathon risponde sicuro: “Corro per vincere, voglio fare il record di Firenze. Se poi sarà anche il mio record personale sarò tanto tanto felice”.


Nel gruppo delle donne che sono state presentate anche Viktoria Gudyma, ucraina che ora vive a Londra, e che gareggia col sostegno di Athletica Vaticana, che l’aveva accolta e ospitata per diversi giorni a Roma

in marzo e che correrà per la pace.


Sono 7500 gli iscritti, di cui 2287 gli stranieri e 1577 le donne, entrambe le categorie in incremento percentuale rispetto agli anni scorsi. Provengono da 84 paesi del mondo. Il 15 per cento degli iscritti sono toscani, per lo più provenienti da tutta Italia e dall’estero.

La partenza e l’arrivo saranno in Piazza Duomo alle 8.30.