Corsa in Montagna

Le due competizioni storiche nel mondo della Corsa in Montagna ospiteranno i Campionati Italiani Individuali e di società 2022

Foto di Organizzatori

 

Ripartono a metà maggio i Campionati Italiani 2022 delle varie specialità di Corsa in Montagna e spetteranno alle due tappe di Gazzaniga (BG) e Premana (LC) dividersi le due prove dedicate al settore assoluto. I Campionati italiani individuali e di società per Senior, Pro e Junior che premieranno i campioni tricolori classic si disputeranno infatti il 5 giugno prossimo nella provincia bergamasca delle Prealpi Orobiche con la prova di “salita e discesa” de “La Corsa del 70° - La Recastello”, che celebrerà i 70 anni di attività dell’ASD La Recastello Radici Group, per concludersi sabato 30 luglio con la prova di “sola salita” alla altrettanto storica “Giir di mont”.

 

“La Corsa del 70° - La Recastello” - Gazzaniga, 5 giugno 2022

La prima prova del Campionato Italiano di Corsa in Montagna che designerà i campioni italiani classic sarà a Gazzaniga (BG) con la storica corsa “La Recastello” al compiere dei suoi 70 anni e per l’occasione chiamata “La Corsa del 70°”. Il 5 giugno prossimo i migliori atleti italiani della specialità si sfideranno nella prova tecnica di salita e discesa e ad accoglierli saranno le asperità di sentieri e saliscendi di antiche mulattiere della Val Seriana nelle Prealpi Orobiche.

 

È una montagna fatta di boschi e piccoli torrenti che hanno scavato nell’antichità il suolo tanto da entrare nell’etimologia stessa del nome del paese: secondo il termine tardo-latino il gagium è infatti una estesa località boschiva recintata, che nel tempo si trasformerà in Gagianiga fino a giungere all’attuale denominazione Gazzaniga. Il comune bergamasco, parte della Comunità Montana della Val Seriana, è circondata da merletti di colli che si alternano tra le valli del Brembo e del Serio e i luoghi circostanti offrono ricchi di sorgenti acquifere e picchi da raggiungere attraverso mulattiere e sentieri, tra cui il Pizzo Recastello, montagna tra le più alte delle Alpi Orobiche (2886 m.slm), da cui l’associazione sportiva prende il nome.

 

Un territorio nato per essere luogo spontaneo di formazione atto a forgiare e fare eccellere uomini e sportivi che hanno segnato la storia delle competizioni della corsa in montagna, così come dello sci alpino e del ciclismo. Sono questi tre, infatti, gli ambiti sportivi portanti dell’Associazione Sportiva La Recastello e trovano tutti perfetta corrispondenza nella cultura e nell’ambiente circostante che caratterizzano Gazzaniga e i suoi splendidi d’intorni.

 

Questo è quello paesaggisticamente aspetta i partecipanti alla Corsa del 70° La Recastello: dopo una partenza nel caratteristico centro storico di Gazzaniga di fronte al Municipio in cui gli edifici tramandando la storia rurale dei secoli passati, gli atleti dovranno affrontare due giri di un circuito lungo 6 chilometri con un dislivello di 400 mt, un percorso molto vario e a tratti tecnicamente impegnativo con saliscendi anche con pendenze elevate tra asfalto, sentiero sterrato e prati. Usciti dal paese si dirigeranno verso la località Mozzo per poi percorrere la vecchia strada per Orezzo, passando dalla Madonnina dei Grumei e Dossello, tipico esempio di una delle tante contrade della società rurale che per secoli ha caratterizzato il paese e che sono disseminate su tutto il territorio. Il punto più elevato della gara lo incontreranno subito dopo, toccando Orezzo, poi imboccheranno la discesa verso Masserini e il fondovalle con rientro a Gazzaniga. Qui si fermeranno Juniores e Master 60 e oltre, mentre le Promesse, Senior e Master 55 doppieranno il Municipio per ripartire con il secondo giro.

 

Il Presidente dell’ASD La Recastello Radici Group Luciano Merla racconta con orgoglio come la società sportiva ha preparato e continua a sfornare campioni dell’atletica italiana: “I nostri top runners, si sono distinti con risultati importanti in tutte le manifestazioni del 2021 sia per i colori della Società sia per i colori della Nazionale Italiana: Samatha Galassi, Alice Gaggi, Lorenzo Cagnati, Fabio Ruga. Per il 2022 gli obiettivi sono di riconfermare le prestazioni del 2021 migliorandole con l’inserimento di nuovi atleti come Vivien Bonzi e Isacco Costa”.

  

“Giir di mont” – Premana (LC), 30 luglio 2022

Il 30 luglio a Premana si tornerà a gareggiare dopo 4 anni tra gli alpeggi della mitica corsa che si svolge in Alta Valsassina nelle Alpi orobiche. La storica Giir di Mont con i suoi 32 km di sola salita e 2400 metri di dislivello positivo si snoda sui verdi pendii premanesi toccando i 13 alpeggi (i “mont” appunto) che circondano il paese, diventando la seconda e definitiva prova di “sola salita” per aggiudicarsi il titolo assoluto di campione di corsa in montagna classic. Novità entrante quest’anno è la Giir di Mont – Uphill, una traccia ancora più concentrata e tutta in salita di 9 Km per gli specialisti italiani ed internazionali che competeranno per la “Short Uphill”, valida per la Valsir® WMRA World Cup. Un’occasione unica per tutti gli atleti quella di regalarsi l’emozione di partecipare ad una gara veloce ma di livello assoluto, confrontandosi con i migliori della specialità di tutto il mondo.

Da segnalare tra gli appuntamenti del Campionato Italiano di Corsa in Montagna l’ormai famoso Km Verticale il 3 settembre a Casto (BS), durante la due giorni dedicata al Trofeo Nasego e la chiusura di stagione per i campionati a livello nazionale, con le staffette per Assoluti e Master, il 25 settembre a Gagliano del Capo in Puglia sui percorsi consolidati del Trofeo del Ciolo.

 

23/05/2022