Monterosa EST Himalayan

Sabato 17 e domenica 18 luglio la gara che porta gli atleti al cospetto della parete più alta d’Europa

Mancano tre mesi al Monte Rosa EST Himalayan Trail (MEHT), una gara giunta alla terza edizione dopo lo straordinario apprezzamento delle prime due. Rientra tra le manifestazioni targate Sport PRO-MOTION A.S.D., una garanzia non solo in termini di organizzazione tecnica ma anche, e soprattutto, di passione per lo sport, per la corsa in natura e per il territorio, che qui non ha certo bisogno di pubblicità.

Promesso uno spettacolo unico al mondo, quello della parete più alta d’Europa che regala vertigini anche in termini di emozioni. Atleti ed accompagnatori potranno infatti ammirare la parete EST del Monte Rosa, la parete più alta delle Alpi e per geomorfologia l'unica di tipo himalayano presente in Europa. 2.600 i metri di dislivello per una larghezza complessiva di quasi 4 km nel territorio del comune di Macugnaga, alla fine della Valle Anzasca, in provincia del Verbano-Cusio-Ossola (Piemonte). Dal paese se ne può scorgere un'ampia sezione, particolarmente impressionante per la vastità delle dimensioni e la distanza ravvicinata. Assieme alla parete valsesiana del Monte Rosa costituisce il versante piemontese del gruppo, contrapposto a quello valdostano e a quello svizzero.

DISTANZE – Tante le gare in programma per accontentare tutti gli atleti, da quelli che si cimenteranno nell’impresa più ardua a quelli che vogliono fare un’esperienza meno impegnativa o ai familiari che avranno l’occasione di vivere il territorio in assoluta libertà e sicurezza. Tutte le manifestazioni avranno partenza e arrivo al Centro Sportivo Macugnaga.

Partiamo dalla ULTRA 105K, l’ultra distanza per atleti tecnicamente preparati con partenza alle 4:00 del mattino di sabato 17; percorso da completare in 36h con 8000m D+ ed il punto più alto al P.so del Monte Moro (2.868m). Per iscriversi, gli atleti devono aver acquisito 3 Punti ITRA in una singola gara disputata dal 01 Gennaio 2018 al 31 Dicembre 2020. Dettagli e traccia QUI.

Di poco meno impegnativa la EPIC 60K. Gli atleti partiranno alle 5:00 del mattino di sabato 17 e raggiungeranno il punto più alto a Passo Monte Moro (2.868m) andando a completare entro 18h i 4.700m D+ complessivo. Un percorso molto tecnico dalle grandi emozioni ed ottimo come allenamento per i grandi ultratrail autunnali. Dettagli e traccia QUI.

Più breve ma molto impegnativa sul piano del dislivello è la SKY 38K che partirà alle 6:00 del mattino e porterà gli atleti a raggiungere il punto più alto a Passo Monte Moro (2.868 m) e completare il percorso entro 12.5h con 3.100 m D+. Il percorso è molto tecnico e consente di godere dell''imponenza dei “4.000 svizzeri”. Dettagli e traccia QUIPer le gare 60K e 38K si consiglia di aver partecipato, ad almeno una gara trail di almeno 40 Km e 2.500 D+ in ambiente alpino.

Decisamente più abbordabile il CHALLENGE 22K che partirà alle 8:30 di sabato 17 e porterà gli atleti a completare i 1.700m D+ nel tempo di 7.5h. Gli atleti raggiungeranno il punto più alto alla Funivia Rosareccio (1.187m) e transiteranno ai piedi della parete Est del Monte Rosa, una vista emozionante a corredo su veri sentieri di montagna. Dettagli e traccia QUI.

Chiudono le fila gli atleti della SHORT 14K che partiranno alle 9:00 di sabato 17 con 5 h per completare gli 850m D+ e raggiungeranno il punto più alto all’Alpe Bletz (1.714m). Il percorso è adatto anche a chi ha poca esperienza e consente di godere della storia e della bellezza del paese Walser Macugnaga da tutte le angolazioni. Dettagli e traccia QUI.

Trattandosi di gare tecnicamente impegnative, ai partecipanti è richiesto uno specifico corredo di materiale obbligatorio e acquisizione di consapevolezza delle difficoltà del percorso. La partecipazione assegna punti ITRA, 5 per la 105K, 3 per la 60K, 2 per la 38K e 1 per la 22K.

IL TERRITORIO – Macugnaga, Z’Makana in lingua Walser, è una splendida località alpina situata ai piedi dell’imponente parete est del Monte Rosa, a 1.327m. La storia di Macugnaga, “perla del Rosa”, ebbe inizio nel XII secolo, quando i Walser, popolo di origine alemanna proveniente dal Vallese, occuparono questa rigogliosa conca dell’alta Valle Anzasca iniziando così la colonizzazione Walser attorno al Monte Rosa. Oggi la tradizione Walser è testimoniata dall’architettura delle abitazioni, dai costumi che le donne del paese indossano in particolari occasioni, dalla lingua Titsch ancor oggi parlata dagli anziani e dal Dorf, piccolo nucleo abitativo del 1.200 con la chiesa coeva, il cimitero e l’antico tiglio secolare. Correre il MEHT sarà l’occasione per entrare in contatto con un pezzo di storia delle Alpi. Durante il weekend della gara accompagnatori e spettatori potranno scoprire luoghi magnifici nelle vicinanze del paese, così come raggiungere punti iconici della gara per vedere il passaggio degli atleti e fare il tifo in un contesto unico a livello Europeo. Consulta la Guida Spettatori. I più fortunati potrebbero incontrare gli stambecchi che a partire dalla primavera scendono nelle valli. I più golosi potranno accontentare invece i loro palati con tanti prodotti tipici, dai mieli alle confetture, dai formaggi d'alpeggio all'infinita varietà di salumi, patrimonio di sapori unici e frutto di lavorazioni artigianali. Agli accompagnatori sono riservati prezzi convenzionati per gli impianti di risalita scopri di più sulla Guida Spettatori.   

ISCRIZIONI APERTE – E’ possibile iscriversi online QUI. Numero massimo di partecipanti 300 per ogni distanza ad eccezione della 14K per la quale sono previsti solo 100 posti.


15/04/2021
Calendario Maratone 2021
Trento Half Marahon 2021
Le Recensioni di MarathonWorld.it