Memorial Bruno Lolli

L'islandese Hlynur Andrésson e la burundiana Francine Niyomukunzi sono i vincitori del Memorial Bruno Lolli 2021

Uno spettacolo la 1^ ed. del Memorial “BRUNO LOLLI”, dall’ottima organizzazione in ogni suo aspetto da parte del gruppo Lolli Auto, alla enorme presenza di tanti amici di Bruno Lolli e lo spettacolo tecnico-agonistico delle due gare.

Tanti ospiti quali il prof. Luciano Gigliotti, Orlando Pizzolato, Ester Balassini, Giovanni Lorenzini, organizzatori di altri eventi podistici, molte autorità civili e militari, con il sindaco Davide Dallomo e l’assessore allo sport Ernesto Russo del Comune di Zola Predosa, Roberta Licalzi assessore allo sport del Comune di Bologna, il conte Nicolo Rocco di Torrepadula, Matteo Vecchia sponsor dell’evento che ha pure gareggiato. Presenti anche tanti rappresentanti del passato e attuale comitato podistico bolognese, di atleti che hanno vestito la maglia dell’Atletica Lolli. Il tutto condito da due gare di assoluto valore e spettacolo per l’impegno e l’agonismo che hanno messo tutti gli atleti in gara.

La gara femminile ha visto nella prima parte il dominio delle due atlete burundiane Nahimana e Niyomukunzi che dopo il terzo giro dei cinque hanno preso nettamente il comando della corsa, seguite nella prima parte dalle due etiopi Wolkeba e Ayele. Molte brave le nostre ragazze guidate da Christine Santi, Chiara Pizzolato e Ilaria Sabbatini, che non si sono date per sconfitte anzitempo e sono andate a conquistare il quarto, quinto e settimo posto, nella gara vinta per distacco da Francine Niyomukunzi (Atl. Castello) in 16’10” seconda prestazione dell’anno in Italia nei 5 km su strada, precedendo la connazionale Cavaline Nahimana (Atl. Lidertas Unicusano) e l’etiope Wolkeba (Podistica Torino), al personale stagionale e quarta italiana dell’anno la pavullese Christine Santi quarta assoluta in 17’03”.

In campo maschile grande finale dell’islandese Hlynur Andresson allievo da circa un mese di Stefano Baldini, il quale con una magnifica volata ha messo in fila Stefano Massimi, Hicham Boufars, Michele Fontana e Andrea Sanguinetti, solo sesto il keniano Peter Njeru che insieme all’islandese era il grande favorito, ma una caduta al giro di boa dell’ultimo giro, gli ha fatto perdere una decina di secondi che gli sono stati fatali.

Ordine d’arrivo Donne: 1^ Niyamukunzi (Bdi) 16’10”, 2^ Nahimana (Bdi) 16’14”, 3^ Wolkeba (Eth) 17’02” , 4^ Santi (Caivano Runners) 17’03”,5^ Pizzolato (Atl. Vicentina) 17’13”, 6^ Ayele (Eth) 17’17”,7^ Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 17’28”, 8^ Piazzi (Atl. Cascina) 17’40”, 9^ Pierli (Calcestruzzi Corradini) 17’47”, 10^ Lot (Atl. Ponzano) 17’50”.

Ordine d’arrivo Uomini: 1° Andresson (Isl) 14’14”, 2° Massimi( Cus Camerino) 14’16”, 3° Boufars (ASD International) 14’18”, 4° Fontana (Aeronautica) 14’18”, 5° Sanguinetti (Fiamme Oro Pd) 14’21”, 6° Njeru (Ken) 14’31”, 7° Kisorio (Ken) 14’35”, 8° Ursano (Cosenza K42) 14’35”, 9° Kiptoo (Ken) 14’38”, 10° Tamassia (Trevisatletica) 14’41”.


27/11/2021
Calendario Maratone 2022


Verdi Marathon 2022
Le Recensioni di MarathonWorld.it
Immagine MarathonWorld.it