Corsa Campestre

Domenica 16 gennaio a Cesena i Campionati Regionali di Corsa Campestre al Parco Ippodromo: tutti i dettagli

Ancora una volta la stagione dell’atletica dell’ Emilia-Romagna riparte da Cesena. Sarà il Parco Ippodromo a fare da palcoscenico ai Campionati Regionali di Corsa Campestre che si svolgeranno nella mattinata di domenica prossima, prima tappa di qualificazione per la finale tricolore in programma a Trieste a marzo.

Il tracciato sarà lo stesso che ha entusiasmato i partecipanti delle edizioni 2018 e 2019. Un anello di circa due km caratterizzato da continui saliscendi, passaggi molto tecnici e soprattutto dall’ultimo durissimo strappo prima della dirittura d’arrivo che metterà a dura prova la resistenza di più d’uno dei contendenti.

Dalle 9.15 di domenica mattina saranno 930 gli specialisti del cross country a mettersi agli ordini dello starter. 565 uomini e 365 donne a partire dai dodici anni di età, che si daranno battaglia sull’immenso prato del parco su distanze variabili, secondo la categoria, fra i 1500 metri e gli 8 chilometri. Alle 9,45 inizierà i suoi 4 chilometri di corsa il decano dei partenti, l’ottantasettenne ravennate Giovanni Sirotti (Atl. Mameli). Mezz’ora più tardi la “volpe grigia” delle runner, la faentina Marta Billi classe 1943, attenderà lo start dei 3 chilometri della gara riservata alle over 35.

I piatti forti del menù, il cross lungo uomini (8 km) e donne (6km), sono previsti fra le 11.25 e le 12.10 mentre l’ultimo sparo, quello della gara riservata ai ragazzi under 16, è calendarizzato per le 13,20. L’imponente numero di partecipanti rende da sempre la rassegna regionale di corsa campestre una delle manifestazioni più impegnative dal punto di vista organizzativo, difficoltà che diventano ancora maggiori in tempi di pandemia.

“É importante che il mondo dello sport prosegua le sue attività anche in questi frangenti, ma per gestire affluenze di questo tipo, soprattutto in questo periodo, è assolutamente necessario rispettare tutte le regole e avere procedure strutturate che riducano al minimo i contatti – spiega Barbara Valdifiori vicepresidente della Federatletica regionale e team manager del club organizzatore – Le iscrizioni sono state effettuate preventivamente e la verifica dei green pass verrà effettuata in momenti distinti, durante la consegna dei pettorali, in modo da evitare assembramenti. Il momento più critico in queste gare è la partenza. Per questo gli atleti partiranno indossando la mascherina e se ne libereranno in un secondo momento, non appena le distanze fra i runners saranno aumentate. Lo stesso avverrà in fase di arrivo dove i giudici provvederanno a mantenere il distanziamento e durante le premiazioni.”


14/01/2022
Calendario Maratone 2022


Verdi Marathon 2022
Le Recensioni di MarathonWorld.it
Immagine MarathonWorld.it