Asics

Asics rivela la sneaker più leggera in termini di CO2e, con un'emissione di soli 1.95kg

Foto di Asics


ASICS presenta oggi la nuova GEL-LYTE™ III CM 1.95. Con solo 1.95kg di emissioni di CO2e lungo le sue fasi di vita, la sneaker è molto più leggera rispetto a quelle attualmente presenti sul mercato, rappresentando un importante passo in avanti per l’azienda giapponese e il suo impegno per un futuro net-zero entro il 2050.


GEL-LYTE™ III CM 1.95 è il risultato di oltre 10 anni di studi. Dal 2010 ASICS ha avviato una partnership con il Massachusetts Institute of Technology (MIT) per trovare il miglior metodo per misurare l’impatto della CO2e lungo tutto il ciclo di vita di un prodotto.


Continuando con la ricerca e applicandone i risultati, l’azienda nipponica è stata capace di ottenere e applicare centinaia di miglioramenti legati alle quattro fasi chiave del ciclo di vita del prodotto (materiali e produzione, trasporto, utilizzo e fine vita). In questo modo sono stati identificati tutti gli elementi che insieme creano un grande impatto. Le sneakers GEL-LYTE™ III CM 1.95 sono la prova dell’applicazione di questa ricerca, mostrando quanto le caratteristiche di sostenibilità non ne compromettano la qualità.


Tra le nuove tecnologie è stata progettata una schiuma carbon negative, così come anche l’intersuola e la soletta. Realizzati tramite una fusione di polimeri biobased, derivati in parte dalla canna da zucchero, gli elementi si combinano per offrire comfort e qualità di alto livello, in modo sostenibile.


Altri importanti dettagli riguardano la tomaia e il plantare, realizzati in poliestere riciclato e tinto in massa. Un elemento che rispecchia l'obiettivo di ASICS di ottenere il 100% del poliestere da fonti riciclate entro il 2030. La scarpa presenta una nuova struttura che utilizza un tape per ridurre l'uso di materiali e il 100% di energia rinnovabile durante la fase di produzione.


Tutte queste innovazioni hanno portato alla nascita di GEL-LYTE™ III CM 1.95. Per ASICS questo momento rappresenta un importante step nel percorso verso l’azzeramento delle emissioni entro il 2050 e una speranza affinché le generazioni future possano continuare a sperimentare l'impatto positivo dello sport sulla mente.


Minako Yoshikawa, Senior General Manager, ASICS Sustainability Division dichiara: “Da tempo in ASICS siamo impegnati a esplorare e testare metodi più sostenibili per ridurre il nostro impatto sul pianeta. Sebbene la GEL-LYTE™ III CM 1.95 rappresenti una pietra miliare estremamente significativa in questo viaggio, questo è solo l'inizio. La nostra ambizione è quella di continuare ad applicare gli insegnamenti acquisiti e di sviluppare il progetto di questa scarpa in modo da poterlo diffondere in futuro su scala ancora più ampia.”


Yasuhito Hirota, CEO di ASICS afferma: “ASICS è fondata sulla convinzione del potere edificante dello sport sulla mente. Ecco perché ci impegniamo a fare la nostra parte per garantire un futuro migliore per il nostro pianeta. In questo modo possiamo garantire che le generazioni future possano continuare a sperimentare l'impatto positivo dello sport sulla mente. Per ottenere un’Anima Sana In Corpore Sano, è necessaria una Terra in salute su cui muoversi. La strada da percorrere è ancora forse complessa, ma la GEL-LYTE™ III CM 1.95 è la nostra ultima dichiarazione di intenti in questo viaggio. Ci auguriamo che possa contribuire a ispirare un vero e proprio cambiamento positivo nell'industria dello sport, per raggiungere emissioni net-zero entro il 2050.”


La GEL-LYTE™ III CM 1.95 sarà disponibile nei negozi e online su asics.com dalla FW23.

Per scoprire di più su GEL-LYTE™ III CM 1.95 e l’impegno di ASICS sulla sostenibilità, visita https://asics.tv/cm195.

 

Sull’ASICS Life Cycle Assessment framework

L’ASICS Life Cycle Assessment framework è nato da una ricerca congiunta con il MIT nel 20104. Con il tempo, l'approccio è diventato sempre più avanzato. Sono stati presi in considerazione e aggiunti al calcolo altri aspetti della catena del valore, come l'intero processo di trasporto e diversi aspetti del fine vita. Il calcolo finale è convalidato esternamente da SGS (Société Générale de Surveillance) in Giappone, in conformità agli standard ISO.

15/09/2022