Venicemarathon

Domenica 27 ottobre si correrà la 34^ Maratona di Venezia da Stra a Riva Sette Martiri: le news a 2 mesi dal via

L’estate è agli sgoccioli, il caldo torrido sembra essere alle spalle e settembre è il mese ideale per ritornare ad allenarsi intensamente e regalarsi la 34^ Huawei Venicemarathon 42k & 10k in programma a Venezia domenica 27 ottobre. Ecco 10 buoni motivi per correre una maratona unica al mondo e vivere un’esperienza indimenticabile.

Il percorso 
Correre la Huawei Venicemarathon significa correre nell’arte e nella storia, in un percorso unico al mondo. La partenza della 42K avviene dalla “regina” delle Ville Venete, Villa Pisani a Stra, luogo che nei secoli ha ospitato dogi, re e imperatori. In occasione della maratona apre, in via del tutto eccezionale, i suoi cancelli per ospitare tutti i servizi pre-gara fino al momento di entrare nelle griglie di partenza. 
La prima parte del percorso si sviluppa lungo Riviera del Brenta in un ambiente davvero suggestivo e caratterizzato dalle numerose ville venete erette nel settecento da nobili veneziani che si affacciano sulle acque del fiume Brenta. 
La maratona attraversa quindi Marghera, dove la vecchia architettura industriale, ora in fase di riconversione e ammodernamento, si pone in contrasto con l’arte dei vari periodi storici e culturali del resto del percorso; prosegue nel centro di Mestre, con l’esclusivo passaggio “dentro” M9, il distretto del nuovissimo Museo multimediale del '900; corre per oltre 2 km all’interno del Parco San Giuliano che si affaccia sulla laguna e da dove parte la 10K, e raggiunge infine Venezia tramite il Ponte della Libertà.
Gli atleti corrono lungo la panoramica Fondamenta delle Zattere, ammirando sulla destra l’isola della Giudecca e la sua imponente Chiesa del Redentore e l’alto campanile della Basilica di San Giorgio che offre una veduta mozzafiato a 360° della laguna. Sulla sinistra, invece, gli atleti lambiscono la maestosa Basilica di Santa Maria della Salute. La lunga Fondamenta delle Zattere termina alla Punta della Dogana, dove confluiscono nel Bacino di San Marco il Canal Grande e il Canale della Giudecca, dove i corridori imboccano il ponte galleggiante appositamente allestito e lungo 166 metri che unisce la Punta ai Giardini Reali di San Marco e dona all’atleta la suggestiva sensazione di correre sull’acqua. I runners faranno, a questo punto, il loro ingresso in Piazza San Marco transitando tra le colonne dei Santi Marco e Tòdaro, attraversando quindi quello che era l’accesso monumentale della Serenissima. Il “giro d’onore” all’ombra del Campanile e della Basilica di San Marco rappresenta uno dei momenti più attesi della maratona. Gli atleti poi ritorneranno verso il bacino costeggiando Palazzo Ducale per poi attraversare il Ponte della Paglia, dal quale si ammira il Ponte dei Sospiri. Il percorso continua lungo la Riva degli Schiavoni lambendo il bacino di San Marco e raggiunge il traguardo in Riva Sette Martiri, nei pressi dei “Gardini della Biennale”, che ospitano i diversi padiglioni dell’esposizione biennale d’Arte e Architettura dove sorgono tutti i servizi post gara.



Servizi e organizzazione 
Offrire servizi di altissima qualità all’atleta prima, durante e dopo la gara è uno degli obiettivi principali di Venicemarathon. Non a caso, la Maratona di Venezia è da sempre un evento a numero chiuso. Saranno più di 2000 i volontari coinvolti in tutte le aree della maratona per garantire servizi efficienti. Ai runners non resta che correre, al resto pensa Venicemarathon. 

Il valore del pacco gara 
Tutti gli iscritti troveranno nel pacco gara una maglia unica nel suo genere, realizzata dal brand italiano di abbigliamento funzionale UYN con le più avanzate tecnologie e materiali di eccellenza. Una t-shirt a mezze maniche della linea "Visyon", del valore di oltre 80 euro, realizzata nella versione maschile e femminile con fit e colori specifici, che darà risultati eccellenti in termini di traspirazione e termoregolazione. Anche gli iscritti alla 10K troveranno nel pacco gara una splendida t-shirt tecnica firmata dal brand finlandese Karhu, dal tessuto morbido e traspirante e dal colore arancio molto vivace. 

Occasione turistica: sport, arte e cultura
Venezia e la Riviera del Brenta possono diventare un’occasione imperdibile di turismo soprattutto se abbinate alla Huawei Venicemarathon. Grazie all’accordo con la Direzione di Villa Pisani tutti gli iscritti avranno la possibilità di visitare la Villa gratuitamente e gli accompagnatori a prezzo ridotto, durante il lungo weekend della maratona, e grazie alla partnership con la Fondazione Musei Civici di Venezia iscritti e accompagnatori potranno godere di sconti nelle principali sedi museali della città. 

Un team di Pacers al fianco degli atleti della 42K e 10K
Uno dei servizi più importanti di una maratona è quello svolto dai pacemakers, ovvero coloro che aiutano le persone a centrare un obiettivo e coronare un sogno, traghettandole nei tempi desiderati fino al traguardo. Un team di maratoneti esperti, Venicemarathon Pacing Team, guidati e coordinati dalla allenatrice, giornalista e scrittrice Julia Jones aiuterà, sia gli iscritti della 42K che quelli della 10K, a correre a ritmo cadenzato ma soprattutto diventeranno dei veri e propri accompagnatori di viaggio, capaci di offrire anche sostegno psicologico e giuste motivazioni per tagliare il traguardo di Riva Sette Martiri con gioia. 

Maratona evento sempre più sostenibile
Scegliere di correre la Huawei Venicemarathon significa partecipare consapevolmente ad un evento che da anni si impegna per la sostenibilità ambientale e del territorio in tutte le sue forme. Non a caso, la Maratona di Venezia è stata inserita nel progetto “Zero Waste Blue” promosso dalla Regione Veneto e le azioni che gli organizzatori implementeranno si concentreranno principalmente sul concetto di eliminazione del rifiuto e valorizzazione del riciclo, sul recupero della plastica grazie alla collaborazione con Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica) per dar vita a nuovi prodotti che verranno utilizzati nell’edizione 2020, sulla corretta differenziazione dei rifiuti, sulla digitalizzazione dei processi, sull’abbattimento delle barriere architettoniche e sull’incentivo a usare il trasporto pubblico e su rotaia.

Molti vantaggi per chi viaggia in treno
Grazie alla partnership con Trenitalia“vettore ufficiale” della Huawei Venicemarathon, anche quest’anno molti saranno i vantaggi per chi decide di raggiungere Venezia in treno. Tutti gli iscritti potranno beneficiare di uno sconto del 30% su tutte le Frecce (Freccia Rossa, Freccia Argento e Freccia Bianca) e tutti gli Intercity che collegano direttamente, o in connessione con, le stazioni di Venezia S. Lucia e Venezia Mestre e uno sconto del 50% su tutti i treni regionali. Inoltre, la domenica della gara, verranno adeguati gli orari di alcuni treni regionali per permettere ai runners di prendere le ultime navette che dalla stazione di Mestre portano in partenza a Stra. Infine, Trenitalia riserverà uno sconto speciale sul pettorale di gara per tutti coloro che viaggeranno in treno. 

Servizio esclusivo con Bus Express
Un altro imperdibile servizio che Venicemarathon mette a disposizione degli atleti che viaggiano soli, in compagnia o ai gruppi sportivi è la formula “Huawei Venicemarathon Bus Express” ovvero un pacchetto vantaggiosissimo completo di viaggio, pernotto, pettorale e molti altri servizi all inclusive. Il bus preleverà l’atleta o il gruppo sportivo alla stazione di partenza, li accompagnerà in tutti gli spostamenti legati alla maratona (expo, partenza della gara, ecc) e li riporterà a casa la domenica sera. Queste le città interessate: Bologna, Firenze, Mantova, Modena, Parma, Ravenna, Riviera Romagnola (Rimini, Riccione, Cattolica) e Udine.

Le Alì Family Run 
Nel ricco programma della Huawei Venicemarathon, oltre alla 10K, c’è spazio anche per le famiglie al seguito e per gli amici a 4 zampe con le Alì Family Run: le divertenti corse a carattere solidale e promozionale di circa 4 km che si svolgono nei 4 sabati che precedono la maratona nelle città di Chioggia, San Donà, Dolo e Mestre. L’ultima tappa è in programma sabato 26 ottobre al Parco San Giuliano di Mestre, uno dei parchi urbani più grandi d’Europa, dove sorge anche l'Exposport Venicemarathon Village. Un’occasione per far divertire la famiglia e gli accompagnatori, oppure per fare una corsetta pre-maratona. 

La solidarietà con Alex Zanardi 
La 34^ Huawei Venicemarathon sarà come sempre anche una maratona solidale per chi ama correre per gli altri e abbinare il gesto sportivo ad un aiuto concreto, anche attraverso il coinvolgimento di amici e parenti. Il Venicemarathon Charity Program, di cui il campione Alex Zanardi è ancora una volta testimonial, offre la possibilità di scegliere una associazione no profit aderente all’iniziativa, sposarne il progetto e aiutarlo a crescere con le donazioni. 

Informazioni più approfondite e dettagli sono disponibili sul sito www.huaweivenicemarathon.it

La 34^ Huawei Venicemarathon è un evento organizzato da Venicemarathon, con la collaborazione di molte aziende. Tra queste: Huawei, Sara, UYN, Karhu, BMW, RDS, Pro Action, Ventura, San Benedetto, Air France, Alì, Rio Mare, Banco BPM, Nuncas, Dorelan, Bavaria, M9, 1/6H, RaceOne, Pica, Trenitalia, Zuegg, Palmisano, Melinda, Interparking, Castellano Vigilanza. 


27/08/2019
Calendario Maratone
Il Calendario di MarathonWorld.it
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it