Mondiali Londra 2017

Mo Farah vince il suo sesto titolo mondiale aggiudicandosi la medaglia d'oro nei 10.000m di Londra: risultati e cronaca

Mo Farah conferma il titolo mondiale dei 10mila metri vincendo a Londra al termine di 25 giri spettacolari. Si tratta del sesto titolo iridato per il britannico che davanti al numerosissimo pubblico dello Stadio Olimpico deve far fronte ai numerosi tentativi di attacco salvo poi dominare la volata con lo straordinario crono di 26'49"51. Podio completato dall'ugandese Joshua Cheptegei e dal keniano Paul Tanui.

LEGGI ANCHE: LO SPECIALE LONDRA 2017


Timido tentativo iniziale degli ugandesi di scombussolare i piani ma dopo un veloce passaggio agli 800m in 2'05" ed in 2'39" al primo chilometro il gruppo è di nuovo compatto con Farah che controlla dalla terz'ultima posizione del gruppo. Ai 1500m ci prova anche il keniano Geoffrey Kamworor, uno dei grandi nomi di questa gara, ma anche il suo tentativo non scalfisce gli equilibri del gruppo che transita al secondo chilometro in 5'25".

Farah continua a chiudere il gruppo con ugandesi e keniani a fare l'andatura ed i più prundenti etiopi subito a seguire (8'09" ai 3km e 10'53" ai 4km); poi con un 100m vigoroso il campione olimpico risale il gruppo fino alla prima posizione di fatto accendendo la gara: l'ugandese Cheptegei rilancia l'azione aiutato da Kamworor ma nessuno collabora ed i due mettono nuovamente i remi in barca con Farah che questa volta effettua però una stretta marcatura, poco prima del 5km (13'33") c'è anche l'azione di Muchiri che mette in riga tutti, compreso Farah.

La gara è tiratissima rispetto alle finali dei 10mila del recente passato ed in questa fase i keniani e gli ugandesi provano anche a darsi il cambio nel tentativo di sfiancare il britannico che tuttavia rimarrà subito dietro gli avversari. Dopo una fase di stallo (16'17" 6km) ci prova anche l'eritreo Kifle ma alla fine tutte queste accelerazioni serviranno solo a mantere i ritmi su gare da meeting piuttosto che da campionato (19'02" 7km, 21'40" 8km).

In prossimità del passaggio agli 8400m Farah aizza il pubblico portandosi in testa per qualche metro ma è l'etiope Hadis in primo a lanciare l'attacco finale seguito dai keniani Muchiri, Kamworor e Tanui con il britannico in pieno controllo (24'20" 9km).

Il copione non è il solito degli ultimi anni con Mo farah che si mette definitivamente davanti addirittura ai -600m dal traguardo senza però forzare: Tanui prova ad attaccare ma Farah rilancia ai -400m per poi cambiare ancora il ritmo e tagliare il traguardo con il grandissimo 26'49"51. Argento meritatissimo per il giovane ugandese Joshua Cheptegei, l'unico a provarci con convinzione sin dalle prime battute, che migliora notevolmente il suo primato portandolo a 26'49"94; completa il podio il keniano Paul Tanui (26'50"60)


 


04/08/2017
Running News 24h
Il Calendario di MarathonWorld.it
I test di MarathonWorld.it
Offerta del giorno

MarathonWorld - Diventa nostro Fan