Firenze Marathon

Zelalem Bacha Regasa e Dire Tuna Arissi sono i vincitori della 34ma Firenze Marathon andata in scena sotto la pioggia

Come prevedibile è solo Africa nella Firenze Marathon numero 34 andata in scena domenica 26 novembre. Dopo il via la pioggia inzia a cadere sul capoluogo toscano, condizioni meteo che evidentemente nelle ore precedenti avevano scoraggiato molti tanto che a fronte degli oltre 10mila iscritti ne partiranno circa 1000 di meno. Alla fine nonostante le condizioni meteo proibitive i riscontri cronometrici, sopratutto al femminile, non saranno così negativi con i successi di Zelalem Bacha Regasa e Dire Tuna Arissi.

LEGGI ANCHE: INTERVISTE E FOTO

LEGGI ANCHE: SPECIALE MARATONA DI FIRENZE

ISCRIVITI AI I NOSTRI SERVIZI GRATUITI SU WHATSAPP O NEWSLETTER



Sin dalle prime battute si capirà che anche in questa edizione Kenia ed Etiopia saranno destinate a dominare e l'Italia, che non vince dal 2008 con Giovanna Volpato, dovrà accontentarsi delle posizioni di rincalzo.

Nei primi chilometri il gruppo composto dagli atleti africani conterà 9 unità ma la pioggia sempre più copiosa farà alzare bandiera bianca a molti dei potenziali protagonisti tanto che, dopo un passaggio di 30'21" al 10mo chilometro, alla Mezza Maratona i soli Moses Kemei, Zalem Regasa, Gilbert Kirwa, Tadesse Temechachu, Moses Mengich e Silas Chebot saranno della partita (1h04'48"). Intanto l'azzurro Ahmed El Mazory, alla ricerca della prima 42.195km conclusa dopo il ritiro a Torino nel 2016, sceglierà naturalmente di fare gara più prudente con passaggi di 31'51" e 1h07'57".

Il trend dei precedenti split si confermerà anche al 25mo chilometro con la lepre Moses Kemei che si porterà dietro i soli Regasa, Temechachu e Kirwa ed altri due atleti, ovvero Mengich e Cheboit, che desisteranno.



La definitiva svolta al 35mo chilometro con l'etiope, che gareggia per il Bahrein, Zelalem Bacha Regasa che prova ad andarsene prendendo una decina di metri di vantaggio su Tedesse Temechahcu che a sua volta riesce a staccare di qualche metro Gilbert Kirwa Kipruto. Poco più tardi c'è però la reazione di Temechahcu che rientra su Regasa, la vittoria si deciderà così negli ultimi metri con Regasa, all'esordio sulla distanza, che scappa via e Temechachu che negli ultimi 200m riesce clamorosamente a rientrare perdendo solamente al photofinish! 2h14'41" il crono sia del vincitore che del secondo classificato; terzo posto per Gilbert Kipruto Kirwa (2h16'18").

Ahmed El Mazoury chiude in quinta posizione con il tempo di 2h24'09", nella top 15 per l'Italia anche Yassine El Fathaoui (6° in 2h26'33"), Dario Santoro (7° in 2h26'45"), Luca Tocco (8° in 2h27'17"), Marco Moletto (11° in 2h30'19"), Jacopo Boscarini (12° in 2h30'35"), Massimiliano Fiorillo (13mo in 2h31'09") e Stefano Meroni (2h37'24").


Gara femminile che ha invece visto le etiopi Dire Tuna Arissi, Sorome Negash Amente, Ussen Mesera Dubiso e la keniana Eulieter Tanui fare gara a se con un passaggio di 34'55" ai 10km. Poi tra il 15mo e la mezza maratona il primo colpo di scena con la keniana che cede improvvisamente nel corso di questo split pagando in pochi metri oltre un minuto con le tre colleghe che transitano in 1h13'49" preassaporando una tripletta etiope.

Al 30mo chilometro è la Dubiso la prima a dare avvisaglie di un possibile cedimento con un ritardo di un paio di metri sulle connazionali che transitavano in 1h45'13". Così come avvenuto al maschile il finale è spalla a spalla ma in questo caso la Arissi, vincitrice a Boston nel 2008, riesce a sbarazzarsi della collega a 1000m dalla fine tagliando il traguardo in un ottimo 2h28'55" che significa terzo miglior tempo di sempre a Firenze, corso in condizioni tutt'altro che ideali. La Sorome è seconda in 2h29'46" davanti a Mesera Dubiso (2h32'05").

Le migliori italiane sono Maurizia Cunico (8° in 2h53'51"), Anna Laura Mugno (10° in 2h54'48"),  Francesca Bravi (13° in 2h59'25") e Barabara Dore (15° in 3h01'19").

I RISULTATI COMPLETI


26/11/2017
Running News 24h


Il Calendario di MarathonWorld.it
I test di MarathonWorld.it
Offerta del giorno
Foto: Organizzatori

MarathonWorld - Diventa nostro Fan